22 maggio 2019
Aggiornato 23:00
Centrosinistra

Martina: «Boschi presidente? Basta parlare di nomi»

Il candidato alla segreteria del PD: «Dobbiamo cambiare il partito, più che il lanciafiamme serve ricostruire con ago e filo»

Maria Elena Boschi
Maria Elena Boschi ( ANSA )

ROMA - «Le polemiche alimentate ad arte sul non fare raggiungere ai candidati il 51% sono solo dannose. A me non non interessa nulla di questo. A me interessa che le primarie siano un passo utile per l'alternativa, che tanti vadano a votare e che ci aiutino a cambiare». Lo dichiara Maurizio Martina, candidato alla segreteria del Partito democratico, ospite a Circo Massimo su Radio Capital. «Domani scadono i termini per presentare le firme per le candidature. Sono pronto a costruire con gli altri candidati un patto d'azione comune, un impegno per fare un bel congresso partecipato, serio e leale fra noi. C'è modo e modo di fare un congresso. Ciascuno faccia la propria parte per il bene del PD».

Serve ricostruire con ago e filo . «Dobbiamo cambiare il Pd, più che il lanciafiamme serve ricostruire con ago e filo - insiste Martina -. Questo è il tema del congresso che deve essere legato sempre di più al Paese. Se uno guarda a come non sono andati i salari in questi 15 anni, c'è un lavoro di ricostruzione fa fare ed è un lavoro che ci riguarda. Boschi presidente del Pd? Basta parlare di nomi. È la solita tattica di qualcuno che vuole solo polemiche. Non discuto di organigrammi e di congressi a tavolino. A me interessa mettere in campo un percorso di cambiamento nell'unità del partito. A me interessa portare il PD dove non è andato in questi anni. Nei luoghi del lavoro e del disagio prima di tutto», conclude.

Boschi: Non mi interessa minimamente il ruolo di presidente - «Leggo di ipotesi strampalate e assurde che mi riguardano. Non sono minimamente interessata a svolgere il ruolo di Presidente del Pd». Lo scrive su Facebook Maria Elena Boschi, deputata Pd, che aggiunge: «Prego di essere tenuta fuori da un chiacchiericcio che non mi interessa, non mi riguarda, non mi appassiona».

Guerini: Valutiamo sostegno a Martina - L'area renziana deve valutare l'appoggio a Maurizio Martina al congresso del Pd, mentre una candidatura propria pare ormai impraticabile. Questo, secondo quanto si apprende, è il senso dell'intervento pronunciato da Lorenzo Guerini alla riunione dei parlamentari renziani. L'ipotesi, a questo punto, è di sostenere Martina con una lista renziana.