15 ottobre 2019
Aggiornato 23:00
Manovra finanziaria

Monti a Conte: «Lei rappresenta una italietta cha abbaia ma non morde»

Il Senatore a vita: «Grave errore di posizionamento dell'Italia e nel rapporto con l'Europa». Padoan: Testo Camera sarà «sfiduciato» al Senato

L'ex Premier Mario Monti
L'ex Premier Mario Monti ANSA

ROMA - Il «giudizio complessivo» di Mario Monti sulla manovra «resta negativo». Ma il Senatore a vita, già presidente del Consiglio fra il 2011 e il 2013, ha concesso un riconoscimento al suo successore Giuseppe Conte, intervenendo nell'aula di palazzo Madama a seguito delle dichiarazioni del premier sul Consiglio europeo e lo stato della discussione con la Commissione europea sulla manovra. «Lei - ha osservato Monti - fa un lavoro che va nell'interesse dell'Italia ma c'è una sorta di schema Penelope per cui altri distruggono, non so se di giorno o di notte, il lavoro che fa».

Una italietta cha abbaia ma non morde - Monti ha criticato i due vicepremier e leader di maggioranza per le dichiarazioni polemiche rilasciate contro l'Europa, seguite dal cambiamento di atteggiamento del Governo: «C'è stato - ha affermato - un grave errore di posizionamento dell'Italia e nel rapporto con l'Europa. Sono esattamente questi voltafaccia che nei decenni lontani e nei secoli hanno costruito nelle potenze straniere l'immagine di una italiettta che abbaia ma non morde». «E' un'Italia - ha sostenuto Monti - che dà agli altri Paesi il gusto di non prendere sul serio le minacce e qualche volta il piacere di metterla sotto».

Padoan: Testo Camera sarà «sfiduciato» al Senato - «Alla Camera è stata posta la fiducia su una manovra che di fatto sarà 'sfiduciata' dallo stesso governo al Senato, dove saranno modificati i saldi». Lo ha affermato l'ex ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan, interpellato alla Camera dopo le comunicazioni del Presidente del Consiglio in Aula, che hanno riguardato anche il ddl di bilancio.