10 aprile 2020
Aggiornato 12:00
Manovra finanziaria

Salvini attacca Confindustria: «Voi zitti per anni, lasciateci lavorare»

Il Ministro dell'Interno: «Così l'Italia sarà migliore di come l'abbiamo trovata. Manovra seria non dipende da zero virgola»

Matteo Salvini, Ministro dell'Interno
Matteo Salvini, Ministro dell'Interno ANSA

ROMA - «C'è qualcuno che è stato zitto per anni quando gli italiani, gli imprenditori e gli artigiani venivano massacrati. Ci lasciassero lavorare e l'Italia sarà molto meglio di come l'abbiamo trovata». Così il vicepremier e ministro dell'Interno, Matteo Salvini, a margine della cerimonia di Santa Barbara, patrona dei Vigili del fuoco e della Marina militare, in corso nella basilica di San Giovanni in Laterano, a Roma, replica al presidente della Confindustria Vincenzo Boccia, che ieri aveva criticato il governo sulla manovra. Sulla richiesta degli imprenditori di andare avanti con le infrastrutture e gli investimenti necessari per realizzarle, Salvini ha detto: «Io sono per l'Italia del sì».

Manovra seria non dipende da «zero virgola»
Il governo sta lavorando per ridurre il deficit al 2%? «Questi sono numeri su cui si esercitano giornalisti e commissari Ue. Noi badiamo alla sostanza e a trovare le risorse». Così il vicepremier e ministro dell'Interno, Matteo Salvini, ha risposto a una domanda su quale può essere il punto di caduta con l'Unione europea sulla manovra. Il punto di caduta è «una manovra seria che non dipende dallo 'zero virgola' ma dai contenuti. Una manovra che ha degli investimenti che non ci sono mai stati», ha concluso Salvini.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal