14 ottobre 2019
Aggiornato 03:30
Genova

Tenta di rubare uno yacht a Portofino, fermata pittrice britannica

La 'pirata' è stata sorpresa alla guida della barca, da 150 mila euro. Fermata dai Carabinieri che avevano già avuto a che fare con lei a inizio mese: non voleva saldare il conto per i trattamenti di un salone di bellezza a Santa Margherita

Portofino
Portofino ANSA

GENOVA - Una pittrice inglese di 50 anni è stata arrestata lunedì a Portofino per avere tentato di rubare uno yacht Sangermani del valore di 150 mila euro: la donna si era messa al timone della barca, modello Day Cruiser, e con molta nonchalance dopo avere liberato gli ormeggi stava dirigendosi verso l'uscita del porto.

ALLARME - A scorgerla e lanciare l'allarme è stato uno degli ormeggiatori che non riconoscendola come membro dell'equipaggio ha avvertito Carabinieri e militari della Capitaneria di Porto ed è riuscito a salire sul mezzo appena in tempo per ricondurre l'aspirante pirata al porto.

NON VOLEVA SCENDERE - La donna dopo un'iniziale resistenza ai militari accorsi sul posto si è calmata e ha deciso di collaborare, come prima cosa è scesa dall'imbarcazione per poi seguire gli agenti.

VACANZA GALEOTTA - Nei giorni scorsi la pittrice si era già fatta notare dalle forze dell'ordine, era stata denunciata per non avere pagato alcuni trattamenti estetici per un valore di 150 euro in un salone di bellezza di Santa Margherita.

A REGGIO CALABRIA - Dagli accertamenti svolti dai Carabinieri si è scoperto che si tratta di una pregiudicata già ricercata per reati al patrimonio e per due segnalazioni di rintraccio. Lo scorso marzo ha soggiornato in un hotel a Reggio Calabria rifiutandosi di pagare il conto e saltando addosso a dipendenti e agenti che stavano cercando di impedirle la fuga.

I PARENTI LA CERCANO - I parenti inglesi ne hanno denunciato la scomparsa, lei ne è consapevole ma ha già chiarito la sua posizione: non vuole tornare a casa.