2 giugno 2020
Aggiornato 13:00
Governo

Dalle 12 al via le consultazioni di Conte: ecco chi vedrà

Le consultazioni del Presidente del Consiglio incaricato, Giuseppe Conte, si svolgeranno oggi alla Camera presso la Sala Busti a partire dalla ore 12

Il neopremier Giuseppe Conte
Il neopremier Giuseppe Conte ANSA

ROMA - Le consultazioni del Presidente del Consiglio incaricato, Giuseppe Conte, si svolgeranno oggi alla Camera presso la Sala Busti a partire dalla ore 12. Tredici in tutto gli incontri. Si parte con le componenti del gruppo Misto di Camera e Senato: alle 12 «Europa Centro democratico» e «Più Europa con Emma Bonino»; alle 12.20 «Civica popolare-Ap-Psi-Area Civica»; alle 12.40 le minoranze linguistiche; alle 13 «Noi con l’Italia-Usei»; alle 13.20 la componente Maie della Camera e quella Psi-Maie del Senato; alle 13.40 il gruppo Misto del Senato. Quindi un’ora di pausa e si riprenderà alle 15 con il gruppo «Per le Autonomie» del Senato; alle 15.40 Liberi e uguali; alle 16.20 Fratelli d’Italia; alle 17 il Pd; alle 17.40 Forza Italia; alle 18.20 la Lega e alle 19 M5s.

"Sarò avvocato di tutti gli italiani"
«Sono professore e avvocato – ha detto Conte al termine dell’incontro con il presidente della Repubblica Sergio Mattarella – ho perorato le cause di tante persone, mi accingo a difendere gli interessi di tutti gli italiani, nelle sedi europee e internazionali: mi propongo di essere l’avvocato difensore del popolo italiano». Sono «disponibile» a svolgere il ruolo di premier «senza risparmiarmi, con il massimo impegno e responsabilità. Nei prossimi giorni tornerò» al Quirinale «per sciogliere la riserva e per sottoporre la lista dei ministri. Non vedo l’ora di iniziare a lavorare sul serio».

Cosa ha detto Mattarella a Conte
Un incontro «molto cordiale» quello che il neopremier ha avuto ieri con il presidente Mattarella, servito anche per «conoscersi e parlare della situazione». È quanto filtra dal Colle. Mattarella ha ricordato a Conte «il ruolo che la Costituzione assegna al presidente del Consiglio». Secondo l’articolo 95 della Carta «il Presidente del Consiglio dei Ministri dirige la politica generale del Governo e ne è responsabile. Mantiene l’unità di indirizzo politico ed amministrativo, promuovendo e coordinando l’attività dei Ministri». Il capo dello Stato ha sottolineato al premier incaricato «le difficoltà dell’economia con la necessità di garantire agli italiani sicurezza finanziaria e all’Italia la fiducia dei mercati». Oltre all’articolo 95 della Costituzione, Mattarella ha anche sottolineato «la necessità di rispettare i principi della Costituzione, compreso l’articolo 81 sui vincoli di bilancio». Il premier incaricato, fanno sapere dal Colle, «ha assicurato tutta la sua collaborazione».

Di Maio: sarà governo politico, spero di esserci con tanti M5s
Quello guidato da Giuseppe Conte «sarà un governo politico». «Io spero di esserci e spero ci siano quanti più esponenti M5s possibili. Ma sarà un governo politico perché mette al centro per la prima volta gli obiettivi che la politica ha ignorato per trent’anni: i diritti dei cittadini, la trasparenza, l’innovazione. Ci sarà tanto da fare, avremo tante persone contro, ne avete avuto un assaggio in questi giorni». Lo ha detto il leader M5s, Luigi Di Maio, in diretta Facebook.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal