Italia | Governo

Governo, Martina: «Inaccettabile 45 giorni di balletto tra Lega e M5S»

"Da noi proposte concrete", ricorda il reggente del Pd Maurizio Martina

Maurizio Martina.
Maurizio Martina. (ANSA / ETTORE FERRARI)

ROMA - «Da 45 giorni andiamo avanti a colpi di veti e controveti, tatticismi. E' inaccettabile: il Paese non può permettersi ancora questo balletto. Sinceramente sono preoccupato che continui in queste ore questo andazzo anche di fronte a questo mandato» ha detto il segretario reggente del Pd Maurizio Martina, nel corso di un'intervista per la trasmissione 'Tutti candidati'. "Centrodestra e M5s - aggiunge - chiariscano cosa fare, è inaccettabile questo gioco di specchi».  «Noi anche in queste ore abbiamo sempre fatto passaggi di responsabilità. Siamo gli unici saliti al Quirinale con proposte concrete, ancora ieri abbiamo proposto tre punti programmatici concreti che faremo vivere nel lavoro parlamentare. Così' il Pd può fare bene il suo mestiere per l'Italia» ha poi puntualizzato il segretario reggente del Pd, rispondendo a chi gli chiedeva se il Pd aderirà all'eventuale richiesta di un atto di responsabilità che potrebbe venire dal capo dello Stato.

Nuove elezioni?
Quanto a una nuova partita elettorale, Martina ha sottolineato: "Credo che il Paese non abbia bisogno di un voto anticipato, che peraltro riproporrebbe più o meno una dinamica come questa. Credo che ci sia una grande responsabilità da parte dei cosiddetti vincitori del 4 marzo e mi dispiace costatare che non si sia all'altezza del ruolo che si ha»

Calenda: kindergarten
Severo sul ping pong tra Lega e Cinque Stelle anche il ministro dello sviluppo economico e neoiscritto al Pd Carlo Calenda: «Lo spettacolo che stanno offrendo Lega e M5S è francamente indecoroso nella forma e nella sostanza. Governare un paese del G7 è cosa seria e difficile. Questo kindergarten non è degno dell'Italia». E aggiunge: «E se posso aggiungere il silenzio delle associazioni della cd società civile davanti a questo spettacolo è ancora più inquietante».