17 gennaio 2021
Aggiornato 04:00
Pd e dintorni

Pd, Rosato: non rifiutiamo confronto alternativo a Lega e M5s

Secondo Ettore Rosato, non si va con chiunque pur di fare un governo

ROMA - «Le uniche decisioni che abbiamo assunto all'unanimità dicono che siano alternativi» a Lega e M5s, «e, da allora, non mi sembra di aver visto nulla che dovrebbe farci cambiare idea». Il vicepresidente della Camera, Ettore Rosato, in un'intervista al Corriere della Sera ribadisce la linea del Pd nelle consultazioni per la nascita di un governo. «Noi non abbiamo mai rifiutato il confronto con nessuno, siamo solo rispettosi dei passaggi istituzionali che competono al capo dello Stato», sottolinea Rosato.

Alternativi
«La Lega dice no ai nostri voti, anche se nessuno glieli ha offerti - ha osserva Rosato - i Cinque stelle dicono che noi o la Lega siamo la stessa cosa e che votare il governo Di Maio potrebbe essere per noi occasione di redenzione. Tutte cose che confermano la correttezza della nostra posizione». Dunque per Rosato le voci su una a mossa a sorpresa di Matteo Renzi per far tornare in gioco il Pd sono «brillanti invenzioni giornalistiche, che si scontrano con la realtà dei fatti».

Opposizione?
«Io non parlo di opposizione, dico che siamo alternativi a 5 Stelle e alla Lega, vedremo se qualcuno sarà in grado di fare un governo. Nel frattempo, pur nell'ordinarietà dei suoi poteri c'è Gentiloni, che fa bene il suo mestiere. Noi non ci tiriamo fuori dalle responsabilità, diciamo solo che non si può fare un governo con chiunque pur di far un governo», insiste Rosato, che alla domanda se si possa fare un governo con Giorgetti premier, Rosato risponde: «Berlusconi era all'opposizione del nostro governo e ha fatto fallire le riforme costituzionali che oggi avrebbero impedito questa impasse. Con Salvini e Meloni, poi, siamo lontani anni luce».