13 dicembre 2018
Aggiornato 09:30

Martina: nuovo partito di Renzi? È un'energia per il Pd, basta divisioni

Il reggente del Partito Democratico smentisce le notizie a proposito dell'intenzione di Matteo Renzi di formare un nuovo partito
Maurizio Martina alle consultazioni.
Maurizio Martina alle consultazioni. (ANSA)

ROMA - «Non credo che il tema sia quello di andare oltre il Pd. Di tutto abbiamo bisogno tranne che di formule divisive e di ennesimi contentori. Il tema è il rilancio del nostro progetto non è una questione di andare indietro o di andare oltre». Lo ha detto il segretario reggente del Pd Maurizio Martina rispondendo a Rtl alla domanda sull'ipotesi che Renzi voglia costruire un nuovo soggetto politico. «Renzi è un'energia per questo partito e per il Paese. Abbiamo lavorato insieme, quando si governa è chiaro che si facciano anche errori ma questo non ci far venire meno alla consapevolezza che abbiamo fatto tanto. L'energia espressa in questi anni è un valore», ha concluso.

Le prossime tappe
Quanto alle prossime tappe per il Partito Democratico, Martina riassume così la roadmap: «Il 21 aprile noi ci confronteremo in maniera libera e nel pieno rispetto delle opinioni differenti. Mi sono candidato a segretario convinto che non sia un impegno che posso esaurire da solo, credo nella costruzione di una squadra, un gruppo, una collegialità». E aggiunge: «Non servono conte e divisioni, il 21 aprile sarà un passaggio di unità per ricostruire il progetto democratico, girando i territori - spiega -. Non credo mai che queste esperienze possano essere sulle spalle solo di un leader».