18 settembre 2019
Aggiornato 05:30
Partito democratico

Sparatoria di Macerata, Renzi: «Chi strizza occhio a pistoleri ha tagliato a Forze dell'ordine»

Il segretario del Pd: «Penso che la prima cosa da fare sia abbassare i toni, tutti, tutti. Devi utilizzare tutto l'equilibrio di cui l'Italia ha bisogno»

ROMA - «Quando c'è qualcuno che prende la pistola e spara all'impazzata, penso che la prima cosa da fare sia abbassare i toni, tutti, tutti. Devi utilizzare tutto l'equilibrio di cui l'Italia ha bisogno, appello a recuperare la calma, e chiamare le cose col loro nome: che sia un atto razzista è di fronte agli occhi di tutti. E che quella persona che ha colpito costituisca un pericolo è sotto gli occhi di tutti. Così come va detto che chi ha ucciso e fatta a pezzi la povera Pamela deve pagare fino all'ultimo giorno». Lo ha detto il segretario del PD Matteo Renzi, intervistato da Repubblica Tv.

Non sono i pistoleri a garantire la sicurezza
«Non sono i pistoleri a garantire la sicurezza, bisogna investire sui carabinieri e i poliziotti. Quelli che oggi strizzano l'occhio ai pistoleri sono quelli che hanno bloccato il contratto e il turn over delle forze dell'ordine. L'Italia e gli italiani li difeondono le forze dell'ordine, non i pistoleri che sparano all'impazzata», ha aggiunto Renzi.