17 ottobre 2019
Aggiornato 12:31

Berlusconi: sinistra ha portato 600mila immigrati. E promette flax tax e pensioni a mille euro

Il leader di Forza Italia ha parlato ad Agorà su Rai3 di economia e ha commentato i fatti di Macerata

Il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi
Il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi ANSA

ROMA - Quella della grande coalizione "è una preoccupazione che non dobbiamo avere perché i sondaggi e il clima di rispetto, vicinanza e affetto che sentiamo andando in giro fa essere sicuri di riuscire ad avere noi una grande maggioranza sia alla Camera che al Senato con cui applicheremo il programma». Lo ha detto il leader di Fi, Silvio Berlusconi, ad Agorà su Raitre. "Ci sono punti del programma - ha aggiunto - importantissimi che attueremo prima dell'estate: la flat tax, l'aumento delle pensioni sotto i mille euro, norme con cui le aziende avranno molta convenienza ad assumere giovani disoccupati perché per i primi sei anni non dovranno pagare nessuna imposta".

Un governo di non politici
Il Cavaliere spiega che il governo del centrodestra sarà a maggioranza di imprenditori, manager, professionisti, alti gradi del terzo settore, professori universitari, una maggioranza di persone che non ha mai fatto politica: "Io vorrei presentare la squadra di governo prima del voto, i miei alleati sono meno decisi di me, decideremo insieme", ha aggiunto. Berlusconi si sente ancora una volta il salvatore della patria: "Non vedo in giro delle personalità che possano fare quello che ho fatto io, ci sono altre personalità che possono governare il paese ma io ho fatto quello che ho fatto perché ho sentito il dovere di farlo». "L'Italia in questo momento ha ancora bisogno di me", chiosa.

Su Salvini e Macerata
Interviene anche sui fatti di Macerata e sulle accuse a Matteo Salvini. Dire che la sinistra ha le mani sporche di sangue "direi che è una espressione come Salvini usa spesso un po' eccessiva però quando si siede al tavolo a parlare di programmi e di futuro esprime buonsenso, è ragionevole». Quanto a Macerata, «è una cosa direi incomprensibile: solo uno squilibrato può fare una cosa del genere, non ci vedo nulla di politico perché la politica non porta a queste follie». Alla domanda se ritenesse giusto togliere il termine razza dalla Costituzione, come proposto da Liliana Segre, l’ex premier ha risposto: «Io penso di sì. Gli italiani non sono razzisti, siamo ospitali. Non c’è un clima generale di odio ma qualche persona fuori di testa come il signore di Macerata che in questo clima ci sguazza». 

La sinistra ha portato 600mila immigrati
Penso - ha proseguito - che la sinistra non abbia saputo fermare l'immigrazione, che ha portato oltre 600mila persone. "Questo dato viene da tutti gli interventi fatti in questi anni": sono sbarcati in Italia 170mila clandestini nel 2014, 53mila nel 2015, 181mila nel 2016 e 119mila l'anno scorso. "Nel 2010 col mio governo ne sono arrivati solo 4mila». Esiste sicuramente un problema sicurezza nelle città "e noi consideriamo una priorità assoluta riprendere il controllo della situazione». "Quando saremo al governo - ha aggiunto - investiremo molte risorse per garantire la sicurezza degli italiani». Tra le altre misure il Cav sta pensando di rilanciare l'istituto del poliziotto e del carabiniere di quartiere e riprendere l'operazione Strade Sicure con tutti i nostri soldati nelle città.

"M5s una setta"
Non manca di lanciare una frecciatina a Di Maio e al M5s: "Non sono un partito democratico, sono una setta che dipende da un vecchio leader, un comico, pronti a cambiare le regole se lui dà un ordine». Oggi pensano una cosa - ha proseguito - domani sono disposti a pensarne un'altra opposta. "Non hanno mai fatto - ha insistito Berlusconi - una dichiarazione delle tasse, non hanno mai lavorato, non hanno competenze, sono pervasi da un'invidia sociale verso chi ha raggiunto il benessere e la ricchezza col lavoro». Hanno idee come il reddito di cittadinanza per coprire le quali "dovrebbero riempire tutto di tasse": la casa sarebbe tassata come la Francia, la patrimoniale, "colpirebbero il gruzzolo" che un padre e una madre dopo una vita di sacrifici e lavoro hanno lasciato, gli portano via il 45-50%, una cosa inaccettabile che porterebbe alla fuga delle famiglie, del capitale e imprese e all'isolamento politico. "Dove sono andati al governo hanno dato dimostrazione di totale incapacità». "Per noi i 5 stelle sono l'avversario da battere. Dico agli italiani che se non voteranno il centrodestra l'alternativa sarà il ritorno alle urne o una vittoria dei grillini». E sugli inciuci: "Sono assolutamente da escludere». In Italia in questo momento "non c'è possibilità di una coalizione con M5S o Pd".