Italia | Movimento 5 Stelle

M5S contro Gentiloni: «Ecco la stangata in arrivo per gli italiani»

I dati dell'Adusbef sugli aumenti tariffari in arrivo: «Un salasso da 952 euro a famiglia». Proseguono a Pescara le giornate del Villaggio Rousseau

Matteo Renzi e Paolo Gentiloni
Matteo Renzi e Paolo Gentiloni (ANSA)

ROMA - Una foto con «tutti gli aumenti del 2018» e il volto del presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni. E' l'attacco che il Movimento 5 stelle lancia all'indirizzo del premier all'indomani dell'annuncio della sua candidatura nel collegio uninominale Roma1. «Il 2018 - si legge sul blog delle stelle - ha debuttato nel segno dell'educatissimo e moderatissimo Gentiloni al governo del Pd. Ma mentre la grande stampa strombazza i dati di una crescita che nessuno ha percepito, ecco che invece qualcuno si preoccupa di ricordare agli italiani quale mazzata, tutt'altro che moderata, arriverà sui bilanci delle famiglie».

952 EURO A FAMIGLIA - «L'Adusbef, un'affidabile associazione dei consumatori (guidata da Elio Lannutti, ex senatore Idv da tempo vicino al Movimento 5 stelle, ndr), ha stimato una stangata da 952 euro a nucleo. Ecco, poi, perché avanzano povertà ed esclusione sociale. Saliranno - scrive il M5S - Rc Auto, tanto per cambiare, e spese per trasporti. Ma anche Tari ed esborsi per la scuola o i servizi professionali e bancari. Nel dettaglio, si parla, in media, di +40 euro sui pedaggi autostradali, +97 per il trasporto, +49 per la Tari, +45 per l'acqua, +55 per i ticket sanitari, +25 per le assicurazioni auto, +18 per le tariffe postali, +156 per la tariffe professionali e più 38 euro per i costi dei conti correnti bancari».
«Questi dati - prosegue il post sul blog - ci spiegano bene perché poi 18 milioni di italiani siano a rischio povertà. Con una percentuale, secondo Istat, passata dal 28,7 al 30% solo dal 2015 al 2017, negli anni dei governi di Renzi e del moderato Gentiloni. Loro sono quelli bravi e capaci? Sì, bravissimi a farsi i fatti loro a scapito degli italiani», è la conclusione della nota del M5S.

OLTRE MILLE PERSONE A PESCARA - A Pescara «le prime due giornate del Villaggio Rousseau sono andate alla grande. Hanno partecipato più di mille persone. Abbiamo parlato di ambiente, agricoltura, salute, digitalizzazione, trasporti e tlc, giustizia, banche, fisco, immigrazione ed esteri, sviluppo economico, energia, lavoro, difesa, sicurezza e affari costituzionali». E' quanto si legge su un post sul blog di Beppe Grillo.
«Tutto il programma che abbiamo discusso per un anno con i nostri iscritti e che ha ricevuto oltre un milione di voti sulla piattaforma Rousseau. Oggi alle 16:30 Luigi Di Maio presenterà il sunto di questo programma, i nostri 20 punti per l'Italia, e saranno ufficializzate le liste per le elezioni politiche così come votate nelle parlamentarie», sottolinea il post.