25 gennaio 2020
Aggiornato 21:30
Elezioni Politiche 2018

Gentiloni: «Mio impegno finisce con le elezioni»

Il Presidente del Consiglio ospite a «Che tempo che fa»: Centrosinistra ha ottime chance di vincere. Alleanze dopo il voto? Non è utile a democrazia

Il Premier Gentiloni sul voto: «Sfida a tre, l’Italia non giochi il Rischiatutto»
Il Premier Gentiloni sul voto: «Sfida a tre, l’Italia non giochi il Rischiatutto» ANSA

ROMA - «Ho preso un impegno che finisce con le elezioni, credo sia rispettoso del Parlamento e dei cittadini dare alle elezioni il peso che devono avere perchè se immaginiamo siano solo un adempimento da svolgere e poi le cose continuano come prima non facciamo un buon servizio alla democrazia». Lo ha detto il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, a Che tempo che fa rispondendo a proposito del suo ruolo in caso di incertezza del risultato elettorale.
«Le elezioni sono importantissime e ciascun cittadino può dare un contributo fondamentale», ha aggiunto il premier ammettendo che ci potrebbe essere un risultato che non garantisca un governo: «è vero che a eccezione della Francia che ha una stabilità politica fortissima, se pensiamo alla Germania, al Regno Unito, la Spagna, il Portogallo, il Belgio, l'Olanda, insomma non è solo l'Italia ad avere un problema di stabilità».

Centrosinistra ha ottime chance di vincere
«Credo che il centrosinistra abbia ottime chance di vincere». Lo ha detto il presidente del Consiglio sottolineando che i governi di centrosinistra hanno dimostrato in questi anni di saper governare bene.
«Per rispetto agli elettori dobbiamo dire che c'è una sfida 4 il marzo molto importante, che ci sono grosso modo tre blocchi che si sfideranno: il centrosinistra di governo, il centrodestra e i 5 stelle, penso che sia molto rilevante quello che gli elettori decideranno e che il centrosinistra può essere la coalizione vincente - ha aggiunto il premier -. Mi auguro si chiudano i rapporti di alleanza con Bonino, Lorenzin e la lista Insieme. Credo che il Pd possa essere il primo partito sulla base di quello fatto in questi anni, se succede ci sarà fiducia nella credibilità di questo paese. Poi chi farà il premier lo deciderà il presidente della Repubblica, si discuterà in Parlamento, ma il Pd ha una squadra di governo molto forte, nessuno può avere una squadra minimamente comparabile. Sarà spocchioso ma penso sia così».

Alleanze dopo voto? Non è utile a democrazia
Possibile un'alleanza del Pd con Forza Italia dopo il voto o è più probabile con la sinistra? «Per rispetto degli elettori bisogna dire che avete una scelta nelle vostre mani. Se raccontiamo che la farà qualcun'altro dopo non facciamo una cosa utile per le elezioni e per la democrazia».
«Ci sono tre opzioni sul tavolo, ognuno può scegliere, ciascuna di queste forse può avere i numeri per governare - ha spiegato il Premier -, mi auguro l'Italia non se la giochi a rischia tutto con forze che non sono in grado di assicurare la governabilità, credo che il centrosinistra nonostante tante difficoltà abbia dimostrato di essere in grado».