19 gennaio 2020
Aggiornato 17:00
Banche

Etruria, Ghizzoni conferma la versione di De Bortoli e lui lo ringrazia su Facebook

L'ex direttore del Corriere della Sera ha ringraziato pubblicamente l'ex ad di Unicredit per aver fatto emergere la verità dei fatti

Ferruccio De Bortoli
Ferruccio De Bortoli ANSA

MILANO – Alla fine la verità è venuta a galla. L'ex amministratore delegato di Unicredit, Federico Ghizzoni, ha confermato la versione di Ferruccio De Bortoli sul suo incontro con l'ex ministro delle Riforme del governo Renzi, Maria Elena Boschi. L'ex direttore del Corriere della Sera aveva svelato per primo i fatti in questione nel suo ultimo libro «Poteri forti», sostenendo che Ghizzoni e Boschi si erano visti e che quest'ultima aveva chiesto all'ex ad in persona di valutare l'acquisizione di Banca Etruria da parte di Unicredit. La sottosegretaria alla Presidenza del Consiglio, però, subito dopo la pubblicazione del libro di De Bortoli minacciò di querelare l'autore per diffamazione. Minacce che restarono solamente tali, visto che non si trasformarono mai in fatti concreti. E oggi che la verità è finalmente venuta a galla ne capiamo la ragione.

I ringraziamenti di De Bortoli a Ghizzoni
«Ringrazio Federico Ghizzoni per aver confermato la richiesta dell'allora ministra Maria Elena Boschi di valutare una possibile acquisizione di Banca Etruria».Così Ferruccio De Bortoli sul proprio profilo Facebook, ha commentato le dichiarazioni dell'ex Ad di Unicredit davanti alla commissione d'inchiesta sulle banche italiane. «Prima dell'uscita del mio libro, nel quale non si parla mai di pressioni, non si sapeva che Unicredit avesse trattato l'acquisizione di Etruria, né che sull'argomento fosse intervenuta Maria Elena Boschi, nei modi e nei tempi che Ghizzoni ha precisato", ha proseguito De Bortoli.

La difesa a oltranza di Maria Elena Boschi
«Era giusto - ha detto ancora De Bortoli - che l'opinione pubblica lo sapesse e che lo sapessero in particolare azionisti, obbligazionisti e risparmiatori delle altre banche in crisi. Attendo l'azione civile di cui ho sentito finora parlare, senza aver ricevuto alcun atto. Aspettando che sia il Tribunale a dire l'ultima parola credo che la penultima l'abbia già detta Ghizzoni».La testimonianza dell'ex ad di Unicredit non lascia adito a dubbi rispetto ai fatti in questione, nonostante l'ex ministro delle Riforme, Maria Elena Boschi, continui a cercare di difendere la sua posizione. Ghizzoni ha confermato parola per parola quanto riferito da De Bortoli nel suo libro e per questo potremmo ipotizzare che la sua fonte fosse proprio l'ex amministratore delegato. «Chiedo scusa - ha concluso l'ex direttore del Corriere della Sera – solo per l'errore di data del mio libro: il colloquio è di fine 2014 non del 2015».