26 aprile 2019
Aggiornato 13:30
Politica economica

Banche, Padoan: «Grazie a noi il sistema italiano ad un punto di svolta»

Il ministro ha ricordato che il governo di fronte alle crisi bancarie «ha fatto fronte alle specifiche circostanze con soluzioni specifiche»

ROMA - «Il sistema finanziario italiano è ad un punto di svolta ma bisogna continuare su questa strada e il cammino resta lungo, resto di questa idea». Lo ha detto il ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan, intervenendo all'Italian Banking Conferenza 2017 alla Luiss.

Padoan ha sottolineato come il sistema di garanzia della cartolarizzazione delle sofferenze sia «un meccanismo che ha favorito il meccanismo di mercato degli Npl» il cui stock «si sta riducendo con intensità crescente mentre la creazione di nuovi Npl sta tornando a livelli pre-crisi». Il ministro ha ricordato che il governo di fronte alle crisi bancarie «ha fatto fronte alle specifiche circostanze con soluzioni specifiche, e questa è stata una della chiavi del successo degli interventi». «Il quadro europeo ha dato margini di flessibilità» ha aggiunto «ed in nessun caso è stato utilizzato il bail in, i risparmiatori e l'occupazione sono stati tutelati».

D'altra parte, secondo Padoan, questo processo ha evidenziato «delle criticità della costruzione euopea da risolvere nell'ambito del processo di unione bancaria», in particolare "le maggiori criticità sono riconducibili alla sovrapposizione delle norme BRRD e quelle sugli aiuti di Stato». In generale, ha proseguito, «il completamento dell'unione bancaria deve fare decisi passi avanti nella comprensione dei problemi complessi che sua introduzione può comportare ed è importante che questo processo di transizione sia implementato in modo ordinato per evitare shock nel mercato degli Npl».