Centrodestra

Sicilia, Meloni incalza Berlusconi e chiede la testa di Alfano: «Mai alleati con lui»

La presidente di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni, richiama all'ordine il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, intimandogli di scegliere tra l'alleanza con FdI e quella con Angelino Alfano

La presidente di Fdi, Giorgia Meloni, lancia un aut aut a Silvio Berlusconi.
La presidente di Fdi, Giorgia Meloni, lancia un aut aut a Silvio Berlusconi. (ANSA)

ROMA - La presidente di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni, richiama all'ordine Silvio Berlusconi. Nel corso del suo intervento a Cofee break nella mattinata odierna in onda su La7, la leader di Fi ha mandato un chiaro messaggio all'ex Cav intimandogli di fare una scelta di campo e lasciarsi indietro alcuni (ex?) alleati poco presentabili all'interno di una coalizione di centrodestra. E su Angelino Alfano, in particolare, la Meloni ha le idee molto chiare. «In Sicilia quello che ha fatto Fratelli d'Italia è stato rispondere all'appello di Nello Musumeci, persona che ha competenza, esperienza e tanta credibilità - ha esordito la presidente di Fdi in diretta Tv -. Lo ribadisco con delicatezza, poichè non ne faccio questioni personali: politicamente FdI non è alleabile col partito di Alfano, che governa con Renzi e Gentiloni e in Sicilia con Crocetta».

Meloni incalza Berlusconi
«Se poi a livello regionale, si volesse dare vita a esperienze civiche di ispirazione, come è accaduto in Liguria, su questo deciderà il candidato presidente Nello Musumeci perchè non faccio questioni nazionali su casi locali - ha aggiunto -. Se invece, come mi pare di veder emergere da alcune interviste di esponenti di Forza Italia, l'alleanza con Alfano in Sicilia serve ad avere Alfano alleato a livello nazionale, lo dico chiaro: signori, non si può fare». La Meloni è stata quantomai esplicita nel chiedere la testa di Angelino sull'altare dell'alleanza con Fi. «Ora aspetto e resto a vedere - ha aggiunto - sperando che la Sicilia possa avere attorno alla candidatura di Nello Musumeci, che a mio parere è la migliore e sulla quale mi pare in molti fossero d'accordo, un'alleanza più ampia possibile per vincere».

Cosa farà il leader di Fi?
«E attendo di capire da Silvio Berlusconi quale sia la posizione definitiva di FI, rispetto alle tante che sto leggendo", ha concluso la presidente di Fratelli d'Italia. Solo qualche giorno fa, il presidente di Forza Italia si era detto «ottimista» e pensava che «la divisione del centrodestra in Sicilia non sia affatto scontata».In un'intervista a Il Giornale aveva annunciato che «sarebbe ragionevole convergere sul candidato che abbia le caratteristiche più adatte non solo a vincere ma a garantire ai siciliani cinque anni di buon governo, dopo i disastri della Giunta Crocetta» pur sottolineando che le elezioni siciliane «sono importanti perché riguardano una grande regione, ma non sono la prova generale delle elezioni politiche».