23 ottobre 2019
Aggiornato 12:00

Legge elettorale, Grillo: «Gastrite del Pd perché proposta da noi»

Il fondatore del Movimento 5 stelle contro i Dem: «Dai, ditecelo. Mandatemi anche due righe, giuro che non le pubblico. Ma spiegateci. Non volevate andare a votare? E' colpa del maggioritario? Del proporzionale? Dai, fatemi una telefonata. Me lo dite, e noi ce ne andiamo in Trentino»

ROMA - Legge elettorale, Grillo: «Gastrite del Pd perché proposta da noi». Il fondatore del Movimento 5 stelle contro i Dem dopo che l'accordo a quattro fra Pd, M5s, Lega nord e Forza Italia sul Tedeschellum all'italiana è saltato: «Dai, ditecelo. Mandatemi anche due righe, giuro che non le pubblico. Ma spiegateci. Non volevate andare a votare? E' colpa del maggioritario? Del proporzionale? Dai, fatemi una telefonata». Nel post dal titolo «Dai Pd, dicci la verita' sulla #LeggeElettorale» Grillo ha proseguito il suo attacco al partito di governo: questa legge «l'avevamo proposta noi e questo, per voi, era una gastrite neurologica. Non potevate sopportarlo. Dai, fatemi una telefonata. Me lo dite, e noi ce ne andiamo in Trentino».