17 luglio 2019
Aggiornato 08:30

Centrodestra vicino alle primarie. E la Meloni supera Grillo e Di Maio nei sondaggi

Le primarie del centrodestra sembrano sempre più vicine. Le chiedono a gran voce anche Matteo Salvini e Giorgia Meloni, che nelle ultime settimane ha visto crescere il gradimento popolare sul suo partito e la sua persona

ROMA – Le primarie del centrodestra si avvicinano. Se ne parla da mesi, ma ora i tempi sembrano maturi per chiedere al paese di scegliere il leader della coalizione. Ne sono convinti anche il segretario del Carroccio, Matteo Salvini, e la presidente di Fratelli d'Italia-Alleanza Nazionale, Giorgia Meloni. Entrambi si dicono pronti a candidarsi. E la Meloni, secondo gli ultimi sondaggi, avrebbe superato Beppe Grillo e Luigi Di Maio per quanto riguarda il favore popolare.

Meloni stacca Grillo e Di Maio nei sondaggi
Giorgia Meloni vince contro Beppe Grillo e Luigi Di Maio. Secondo l'ultimo sondaggio dell'istituto Ixé, illustrato durante la trasmissione televisiva Agorà, la presidente di Fratelli d'Italia-Alleanza nazionale avrebbe superato il fondatore del Movimento 5 stelle e il suo aspirante leader nel gradimento popolare. La scorsa settimana aveva già superato Di Maio e ora stacca anche Grillo. Intanto le primarie del centrodestra sembrano sempre più vicine e la Meloni, come l'alleato Salvini, si dice pronta a candidarsi.

Al centrodestra servono le primarie
«Servono le primarie per decidere il leader del centrodestra. Io mi candiderei. E credo, nel mio piccolo, di avere le carte in regola», così esordisce all'Arena di Giletti la presidente di FdI. E prosegue sostenendo che è «un bene che Berlusconi si impegni nella campagna per il No» perché il 4 dicembre «c’è l’occasione mandare a casa il terzo governo non eletto e finalmente tornare a votare». La priorità, per la Meloni, è proprio quella di tornare alle urne. Ma prima bisogna eleggere il nuovo leader del centrodestra. La questione è aperta da tempo, e nei giorni scorsi è stata rilanciata dal leader di Conservatori e Riformisti, Raffaele Fitto (LEGGI ANCHE "Fitto rottama Berlusconi e lancia un appello a Salvini e Meloni per le primarie").

Fratelli d'Italia piace sempre di più
Finora il centrodestra non è riuscito a trovare l'erede di Silvio Berlusconi e in molti – compresi Matteo Salvini e Giorgia Meloni – credono sia arrivato il momento di dimettersi al voto popolare per porre fine a questa fase di transizione acefala della coalizione. Gli ultimi sondaggi, peraltro, rafforzano proprio la posizione della presidente di FdI. Secondo i dati di Ixé a beneficiare dell'aumento del gradimento popolare è proprio il partito della Meloni, che negli ultimi giorni è passato dal 2,4 al 2,5%. Passando dall'analisi del gradimento dei partiti a quello dei leader politici i risultati vengono ulteriormente confermati. La fiducia verso il premier, Matteo Renzi, nello stesso periodo preso in esame dal sondaggio Ixé è scesa di un punto, passando dal 32% al 31%. Aumenta invece quella verso Giorgia Meloni che raggiunge quota 21%, superando sia Beppe Grillo che Luigi Di Maio. La rilevazione è stata realizzata su un campione di 1.000 italiani maggiorenni con un margine d’errore massimo pari a circa il 3,1%.