23 febbraio 2020
Aggiornato 12:30
Il vescovo Gino Reali ha aperto la Porta

Aperta la Porta Santa all'Ospedale pediatrico Bambino Gesù

Presente la presidente della struttura del Vaticano Mariella Enoc. La celebrazione è iniziata con la processione dei presenti dalla ludoteca «Castello dei sogni» sino all'ingresso della cappella dell'ospedale di Palidoro

CITTA' DEL VATICANO - Si è svolta ieri mattina la celebrazione di apertura della porta santa nella cappella dell'ospedale pediatrico Bambino Gesù di Palidoro, in occasione del giubileo della misericordia. La cappella è stata designata dal vescovo Gino Reali come una delle quattro porte sante della diocesi di Porto - Santa Rufina.

La processione e l'arrivo in cappella
Alla celebrazione presso l'ospedale di proprietà del Vaticano, riferisce l'Osservatore Romano, hanno preso parte, tra gli altri, la presidente del Bambino Gesù, Mariella Enoc. La celebrazione è iniziata con la processione dei presenti dalla ludoteca «Castello dei sogni» sino all'ingresso della cappella dell'ospedale di Palidoro, dove si è svolto il rito di apertura della porta santa cui è seguita la messa presieduta dal vescovo.

La «Porta della Speranza»
Contestualmente l'ospedale Bambino Gesù ha avviato il progetto «Porta della Speranza» che con l'aiuto dei piccoli pazienti della sede del Gianicolo e dei maestri della scuola in ospedale, ha dato modo di ricreare simbolicamente una versione "in piccolo" della porta santa della basilica di San Pietro.

(con fonte Askanews)