29 gennaio 2022
Aggiornato 05:30
per sfiduciare marino

Fitto: «Dai nostri consiglieri arrivano le firme decisive»

Il leader dei conservatori e riformisti fa sapere che: "Ci assumiamo la responsabilità per mettere fine a una commedia indecorosa"

ROMA - Dai fittiani Ignazio Cozzoli e Francesca Barbato arrivano le «firme decisive» per sciogliere il Comune di Roma. Lo ha fatto sapere lo stesso leader dei Conservatori e Riformisti Raffaele Fitto.

Fitto: Le nostre firme sono decisive
«Mi sono consultato con Luciano Ciocchetti, che coordina le nostre attività a Roma e nel Lazio, e con i nostri due consiglieri in Campidoglio Ignazio Cozzoli e Francesca Barbato. Non abbiamo avuto un attimo di esitazione - ha spiegato Fitto in una nota -. Noi siamo stati e siamo opposizione netta di Marino e del Pd. Consideriamo l'azione politica di Marino, anche in queste ore, provocatoria e perfino indecorosa. Al tempo stesso, riteniamo che la responsabilità politica principale debba ricadere sul Pd, che non è stato in grado di gestire la questione né su binari politici ragionevoli né su binari istituzionali rigorosi».

Lo striscione dei forzisti
«Da questa posizione di opposizione netta e limpida, ci assumiamo la responsabilità positiva - ha proseguito - di firmare anche noi per lo scioglimento del Consiglio. I nostri consiglieri Cozzoli e Barbato daranno le firme decisive. E' un atto doveroso verso i romani e verso la buona politica che vorremmo contribuire a ricostruire, che ovviamente non cancella né attenua le responsabilità della maggioranza di sinistra».Intanto è comparso uno striscione con la scritta "LiberiamoRoma" e "MarinoDimettiti": è stato esposto da un gruppo di militanti di Forza Italia guidato dal capogruppo capitolino, Davide Bordoni. E' invece in corso una riunione della segreteria nazionale di Sel con Nichi Vendola e il coordinatore nazionale del partito Fratoianni insieme al gruppo dirigente romano: il segretario Sel di Roma, Cento, il vicepresidente della Regione Smeriglio, il capogruppo in Campidoglio Peciola, il segretario regionale Sel Torricelli, i parlamentari eletti a Roma. (Fonte Askanews)