19 gennaio 2020
Aggiornato 22:00
Il pellegrinaggio per promuovere la regione

Per il Giubileo nasce il sistema dei Cammini del Lazio

L'obiettivo dell'iniziativa della Regione Lazio è il perfezionamento, il miglioramento e il ripristino della completa fruibilità degli antichi percorsi che fanno parte degli itinerari religiosi e di pellegrinaggio provenienti dall'Oriente e dall'Occidente europeo come la via Francigena, i cammini di Benedetto e Francesco

ROMA - «Il Giubileo è alle porte e abbiamo predisposto un piano di iniziative che possa promuovere il pellegrinaggio nel suo significato più profondo espresso da Papa Francesco». Parole del presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, in occasione della presentazione del sistema dei Cammini del Lazio, iniziativa dove sono intervenuti tra gli altri il vicepresidente della Regione Lazio, Massimiliano Smeriglio, e don Giovanni Biallo responsabile del progetto Cammini dell'Opera Romana Pellegrinaggi.

Gli antichi percorsi
Obiettivo dell'iniziativa della Regione Lazio il perfezionamento, il miglioramento e il ripristino della completa fruibilità degli antichi percorsi che fanno parte degli itinerari religiosi e di pellegrinaggio provenienti dall'Oriente e dall'Occidente europeo come la via Francigena (nel Sud e nel Nord del Lazio), i cammini di Benedetto e Francesco. Gran parte di questi percorsi - come ricordato questa mattina - si sviluppano nel territorio laziale per una estensione complessiva di circa 1000 km con difficoltà variabili e tratti adeguati anche per i meno esperti e ancora altitudini medie tra i 400 e i 600 metri toccando vette fino a 1850 metri nel reatino, a Sella di Vall'Organo, lungo il Cammino di Francesco.

Viaggio e mete
Su questa rete di cammini, e per il Giubileo, la Regione - come spiegato dal vicepresidente Smeriglio - sta impegnando con un piano complessivo e con azioni di promozione, attraverso pubblicazioni e cartografie dedicate. Oltre alle cartografie, (il volume dedicato alla via Francigena comprende mappe dettagliate per il camminatore con tracce GPS) il viaggiatore potrà trovare indicazioni utili per organizzare il viaggio e informazioni sulle tappe e sulle mete da raggiungere. Attorno al sistema dei cammini si sviluppano inoltre progetti di riqualificazione del territorio che vedono un'importante partecipazione della Regione Lazio, non ultimo lo sviluppo del settore agroalimentare di qualità e a km. 0. In particolare il marchio La bisaccia del Pellegrino, che riconosce e offre una serie di prodotti tipici dei territori attraversati (anche in linea con il paniere EXPO) e mette insieme cibo, cammino e accoglienza nella rete della promozione turistica. Prevista poi la definizione di itinerari tematici sui Cammini, quali la via delle abbazie, le rete delle Porte Sante, la individuazione di percorsi legati alla penitenza, alle storie di santi e alle tradizioni religiose del pellegrinaggio.

(con fonte Askanews)