17 gennaio 2021
Aggiornato 18:30
Gli strascichi di Mafia Capitale

Ama commissaria l'appalto per la raccolta del vetro

Il lotto, che fissava il posizionamento di 920 campane e la raccolta del vetro nel Municipio X, era stato aggiudicato alla Cooperativa Edera, i cui vertici, come è noto, sono risultati coinvolti nell'inchiesta «Mondo di mezzo»

ROMA (askanews) - La Prefettura di Roma, d'intesa con l'Autorità Nazionale Anticorruzione (Anac), ha deciso il commissariamento dell'appalto alla cooperativa «Edera» per il servizio di prelievo del vetro dai contenitori stradali sul territorio del X municipio di Roma. A renderlo noto è l'Ama che ricorda che lo stesso appalto, aggiudicato a giugno di un anno fa, rientra nella procedura aperta suddivisa in quattro lotti territoriali per l'affidamento del servizio di raccolta differenziata del vetro monomateriale, del relativo trasporto e stoccaggio e del noleggio, posizionamento e manutenzione delle campane per il conferimento di questa frazione di rifiuto.

Commissariamento per superare empasse
Il lotto, che fissava il posizionamento di 920 campane e la raccolta del vetro nel Municipio X, era stato aggiudicato alla Cooperativa Edera, i cui vertici, come è noto, sono risultati coinvolti nell'inchiesta «Mondo di mezzo». L'interdittiva antimafia, che ha raggiunto la cooperativa Edera, ha sottolineato l'Ama, «rischiava di pregiudicare la regolarità del prelievo stradale del vetro in tutto il Municipio X». «Il commissariamento dell'appalto - si aggiunge - permette di superare l'impasse che si profilava, mettendo in totale sicurezza l'erogazione del servizio».

Serenità ai lavoratori
«Ringrazio l'Anac e il Prefetto Gabrielli - ha affermato il Presidente di Ama, Daniele Fortini -. La decisione di commissariare l'appalto era da tempo da noi auspicata perché si tratta di un servizio pubblico essenziale del ciclo dei rifiuti che non può essere interrotto. Questo atto consente anche di dare serenità ai lavoratori e ad Ama certezza di interlocutori affidabili per servizi di cui la città ha bisogno».