20 gennaio 2022
Aggiornato 20:00
Il ministro contro la minoranza

Boschi: il 10% del Pd rispetti la decisione del 90%

Il «10% del gruppo Pd alla Camera, una piccola minoranza, si è intestardito su modifiche di dettaglio all'Italicum per rimandare la legge al Senato». Lo ha detto il ministro delle Riforme Maria Elena Boschi, intervenendo a 'Otto e mezzo' su La7, sostenendo che «la vecchia guardia di iscritti al Pd è con noi, vuole questa legge elettorale. Forse è la vecchia guardia in Parlamento a non volerla».

ROMA (askanews) - Il «10% del gruppo Pd alla Camera, una piccola minoranza, si è intestardito su modifiche di dettaglio all'Italicum per rimandare la legge al Senato». Lo ha detto il ministro delle Riforme Maria Elena Boschi, intervenendo a 'Otto e mezzo' su La7, sostenendo che «la vecchia guardia di iscritti al Pd è con noi, vuole questa legge elettorale. Forse è la vecchia guardia in Parlamento a non volerla».

Ricominciare a lavorare insieme
D'altronde, ha aggiunto Boschi, «se il 90% dice che va bene mi aspetto che l'altro 10% rispetti la decisione della maggioranza». Comunque, «non voglio che questo 10% se ne vada. E nessuno di noi ha parlato di espulsioni dal partito. Non credo ci sia uno strappo e sono sicura - ha detto Boschi - che ricominceremo a lavorare insieme».

Una legge che funziona
«Abbiamo dato una buona legge al Paese, una legge che funziona e che non ha limiti. Una legge che ha una grande differenza politica con il Porcellum: l'Italicum è costituzionale e funziona, la legge voluta da Berlusconi no», ha continuato il ministro delle Riforme Maria Elena Boschi. «Non sono preoccupata per il referendum sull'Italicum. Se i propositori raccoglieranno le firme saranno poi gli italiani a decidere sulla legge. Sarà comunque divertente vedere come si coaguleranno le opposizioni, Vendola con Salvini, con Berlusconi», ha concluso la Boschi.