18 gennaio 2020
Aggiornato 04:30
Governo Letta

Borghezio contro la Idem: «vere puttane» sono nelle Istituzioni

Lo ha detto l'europarlamentare della Lega Nord Mario Borghezio, ospite di KlausCondicio, commentando la vicenza dell'Ici non pagata dal ministro su una sua abitazione: «Ha fatto anche da testimonial per il MEF, che ipocrisia»

ROMA - «Non ce l'ho con la signora Kyenge, ce l'ho invece contro questa ministra Idem. Forse le vere 'puttane non sono quelle che esercitano la professione, sono quelle piene di ipocrisia, politicamente parlando, che dicono una cosa e ne fanno un'altra. Forse le vere puttane sono certi personaggi, donne ma anche uomini, che prostituiscono la funzione di servizio che chi ha uno stipendio pubblico dovrebbe sentire di avere nei confronti dell'azienda che li paga, dell'istituzione che gli da anche degli onori e dei piccoli privilegi o dei grandi privilegi». Lo ha detto l'europarlamentare della Lega Nord Mario Borghezio, ospite di KlausCondicio, commentando la vicenda dell'Ici non pagata dal ministro su una sua abitazione.

TESTIMONIAL DEL MEF - «Siamo di fronte a un personaggio - continua Borghezio - che è stato testimonial del nostro Ministero delle Finanze, della campagna per gli adempimenti fiscali e la prima a non adempiere è proprio la signora Idem. Non mi ha stupito perché fa parte di quel giro, di quell'ambiente un po' radical chic, di alta borghesia di persone notoriamente molto abbienti, abituate a fare la morale a Tizio e Caio riscuotendo i facili complimenti di una opinione pubblica che è ormai assuefatta a questi comportamenti salvo poi, in caso di controlli che purtroppo avvengono molto raramente, dimostrare di essere molto peggio di quelli che, commercianti, artigiani, vengono additati come evasori fiscali».