26 giugno 2019
Aggiornato 07:30
«Educare è molto impegnativo»

Il Papa battezza 16 bambini nella Cappella Sistina

Educare diventa una meravigliosa missione se la si compie in collaborazione con Dio, che è il primo e vero educatore di ogni uomo. Il pontefice ha poi osservato che «le sorgenti della salvezza» sono la Parola di Dio e i Sacramenti

CITTÀ DEL VATICANO - Il papa ha amministrato nella Cappella Sistina il Sacramento del Battesimo a 16 neonati. Ratzinger, nel corso dell'Omelia, ha sottolineato che «il compito dei genitori, aiutati dal padrino e dalla madrina, è quello di educare il figlio o la figlia. Educare è molto impegnativo, a volte è arduo per le nostre capacità umane, sempre limitate. Ma educare diventa una meravigliosa missione se la si compie in collaborazione con Dio, che è il primo e vero educatore di ogni uomo. Il pontefice ha poi osservato che «le sorgenti della salvezza» sono la Parola di Dio e i Sacramenti. «Gli adulti - ha detto - sono i primi a doversi alimentare a queste fonti, per poter guidare i più giovani nella loro crescita. I genitori devono dare tanto, ma per poter dare hanno bisogno a loro volta di ricevere, altrimenti si svuotano, si prosciugano. I genitori non sono la fonte, come anche noi sacerdoti non siamo la fonte: siamo piuttosto come dei canali, attraverso cui deve passare la linfa vitale dell'amore di Dio. Se ci stacchiamo dalla sorgente, noi stessi per primi ne risentiamo negativamente e non siamo più in grado di educare altri».