17 settembre 2019
Aggiornato 00:30
Tribunale di Perugia

Meredith, oggi la sentenza. Amanda e Raffaele sperano

A Perugia gli ultimi atti del processo d'appello, verdetto in serata. La città è assediata da giorni da centinaia di giornalisti, moltissimi gli americani per raccontare il destino della connazionale Amanda

PERUGIA - A Perugia conto alla rovescia per l'attesa sentenza di secondo grado sul caso del delitto di Meredith Kercher, la studentessa inglese trovata morta il 2 novembre 2007 nella casa di via della Pergola nel capoluogo umbro.

Oggi si concluderanno le repliche davanti la Corte d'Assise d'Appello e si ascolteranno le dichiarazioni spontanee di Amanda Knox e Raffaele Sollecito, condannati in primo grado per il delitto (insieme a Rudy Guede, a 16 anni) rispettivamente a 26 e 25 anni di carcere.

La Corte si riunirà quindi in camera di consiglio per deliberare il verdetto, che potrebbe arrivare anche in tarda serata. A quel punto si saprà se, come molti osservatori in qualche modo si aspettano, i due imputati torneranno in libertà.

La città è assediata da giorni da centinaia di giornalisti, moltissimi gli americani per raccontare il destino della connazionale Amanda.