11 dicembre 2019
Aggiornato 18:00
Giustizia | Omicidio Meredith

Condanna Knox, la reazione dei media americani

Se da una parte i principali giornali americani riportano la notizia senza prendere una posizione netta (almeno nelle prime ore e a parte un titolo sibilino di CNN - «Guilty, Again»), sui social network americani esplode la polemica

NEW YORK - Gli Stati Uniti reagiscono alla decisione della Corte d'Assise d'Appello di Firenze che ha cancellato l'assoluzione in secondo grado per Amanda Knox e Raffaele Sollecito e ha condannato la giovane americana a una pena ancora più dura di quella che aveva avuto in primo grado: 28 anni e sei mesi (2 anni e sei mesi in più). Se da una parte i principali giornali americani riportano la notizia senza prendere una posizione netta (almeno nelle prime ore e a parte un titolo sibilino di Cnn - «Guilty, Again»), sui social network americani esplode la polemica.

In centinaia di migliaia hanno difeso Knox su Twitter e su Facebook criticando il sistema giudiziario italiano. «Amanda Knox tornerà in galera. Berlusconi è ancora fuori...», scrive Jorie a cui fanno eco decine di altri tweet. E ancora in molti optano per l'innocenza. «Vergogna è innocente, sistema italiano non funziona», scrive AdamB. E ancora «Il sistema giudiziario italiano? Amanda Knox ha mai sentito parlare di Berlusconi?», scrive Jasmine Merryweather. «Il noto sistema giudiziario a canguro ha tirato un'altra volta uno scherzo. Richiamate 'il mostro di firenze'», scrive kataisa.

Knox che ha commentato la nuova sentenza come «ingiusta» potrà rimanere negli Stati Uniti in attesa del ricorso in Cassazione e di una sentenza definitiva. Sollecito, che non era in aula, invece è stato condannato a 25 anni, più divieto di espatrio e ritiro del passaporto. Nessuna pena detentiva è prevista per i due in attesa di un nuovo ricorso in cassazione.

I familiari di Meredith Kercher hanno annunciato una conferenza stampa alle 10 al Tuscany Hotel a Firenze. All'incontro parteciperanno il fratello e la sorella di Meredith, Lyle e Stephanie, ed il loro legale Francesco Maresca. Il legale di Sollecito, Giulia Bongiorno, ha detto alla stampa che ha sentito il suo assistito per telefono. È «incredulo» ha detto Buongiorno.