20 agosto 2019
Aggiornato 13:30
Missione in Libia

Fli: Il Pdl dichiari irricevibile la mozione della Lega

Della Vedova: «Irrealistico e grottesco indicare un termine per la missione»

ROMA - «Quella di Pdl e Lega sulla Libia è una pantomima che finirà senza una soluzione adeguata. La mozione della Lega da parte del Pdl doveva essere giudicata tanto legittima quanto irricevibile per un Paese che ha deciso, e lo ha deciso questo governo sostenuto da questa maggioranza, di partecipare ad una missione armata in Libia». Lo ha detto a Radio Radicale il capogruppo di Fli alla Camera Benedetto Della Vedova.

«Il termine per la missione è irrealistico e grottesco - ha spiegato Della Vedova - sarebbe un favore a Gheddafi, come dirgli resisti fino a quel punto e poi puoi massacrare in pace i cittadini libici. L'idea che questa missione sia finanziata col fondo ordinario del ministero della difesa è totalmente insostenibile, non si può sapere quanto costa la missione e pensare che a settembre si smette di pagare lo stipendio ai militari perché si è speso troppo. E anche l'altro elemento, apparentemente più politicamente sostenibile, quello cioè di escludere in qualsiasi caso che ci possa essere una presenza di militari italiani in Libia, sarebbe un grave errore: se mai dovesse succedere che in futuro, a seguito di altre risoluzioni o di altre decisioni delle forze alleate, si decidesse di mettere dei soldati a terra in Libia l'Italia non parteciperebbe, col risultato che a presidiare i pozzi dell'Eni ci dovrebbero essere i soldati francesi, con quel che comporterebbe anche per la capacità di influenza dell'Italia con la Libia del dopo Gheddafi».