28 gennaio 2020
Aggiornato 10:30
Sisma Abruzzo

Fiaccolata e una messa per ricordare le vittime

Il programma delle iniziative all'Aquila a due anni dal terremoto

ROMA - Una fiaccolata silenziosa per le vie dell'Aquila la notte tra martedì e mercoledì e una messa officiata dall'arcivescovo della città per ricordare le vittime del terremoto. Sono le due iniziative organizzate all'Aquila tra domani e il 6 aprile, quando saranno due anni dal sisma che nel 2009 in Abruzzo causò 309 morti e circa 1.600 feriti.

Domani sera, 5 aprile, si svolgerà la Fiaccolata della memoria promossa da Fondazione 6 Aprile per la vita, Comitato Familiari Vittime Casa dello Studente, Avus - Associazione Vittime Universitari Sisma e Comitato Familiari Vittime Convitto Nazionale: la fiaccolata partirà alle 23 da Piazza Battaglione degli alpini (Fontana Luminosa) dell'Aquila e arriverà in Piazza Duomo per le ore 3.15. Poi in silenzio si aspetteranno le 3.32, quando due anni fa si scatenò la scossa più forte con magnitudo 5.9 della scala Richter. Alle 3.32, sempre in Piazza Duomo, 309 rintocchi di campana accompagneranno la lettura dei nomi delle vittime.

Mercoledì 6 aprile 12 monsignor Giuseppe Molinari, arcivescovo metropolita dell'Aquila, celebrerà una messa nella Basilica di Collemaggio, che custodisce le spoglie di Celestino V, uno dei simboli del patrimonio artistico aquilano danneggiato dal terremoto e poi ricostruito. Nel pomeriggio, dalle 17, al Ridotto del Teatro Comunale dell'Aquila il convegno La cultura delle prevenzione, con gli interventi di diversi esperti (tra loro Satoko Oki, professoressa del Earthquake Research Institute dell'Università di Tokyo).

In serata dalle 19.30, sempre al Ridotto del Teatro Comunale dell'Aquila, il concerto dell'orchestra d'archi del conservatorio 'A. Casella' dell'Aquila riproporrà brani di Pergolesi, Mozart e Grieg.