26 maggio 2020
Aggiornato 04:30
Disastro in Abruzzo

Le impressionanti immagini dei soccorsi e dell’Hotel Rigopiano travolto dalla slavina

Sono 4 i corpi ritrovati per ora, due i superstiti e una trentina di dispersi della tragedia che ha colpito l’Hotel Rigopiano a Farindola in provincia di Pescara. Le impressionanti immagini in un video dei Vigili del Fuoco

Una tragedia a cui, all’inizio, nessuno voleva credere. E invece una slavina nella giornata di mercoledì ha travolto l’Hotel Rigopiano, situato a 1200 metri di altitudine ai piedi del Gran Sanno e a circa cinquanta chilometri da Pescara. La corsa contro il tempo dei soccorritori ha per ora portato alla luce tre cadaveri e uno ancora in fase di recupero. In tutto, i presenti nell’hotel dovrebbero essere stati 34, per cui i dispersi, a parte i due superstiti, dovrebbero essere ancora 28 o 25 secondo alcune fonti – tra cui 4 bambini. Intanto sulla vicenda e per il ritardo dei soccorsi è stata aperta dalla Procura di Pescara un’indagine per omicidio colposo.

Spostato di dieci metri
La slavina che ha travolto l’Hotel Rigopiano pare sia stata provocata dalle nuove scosse di terremoto di magnitudo tra 5,1 e 5,4 che hanno colpito l’Abruzzo e il Centro Italia. L’impatto con la struttura è stato così violento che ha letteralmente spostato l’hotel di dieci metri. Le scosse sono andate avanti tutta la notte e sono state ben 30 da mezzanotte alle 5.00.

La speranza si affievolisce
Nessun segno di vita tra le macerie dell’hotel, e la speranza di trovare qualcuno ancora in vita si affievolisce, sottolinea il capo della Protezione Civile, Fabrizio Curcio. Anche i cani da soccorso non sono riusciti a trovare tracce di vita.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal