15 dicembre 2019
Aggiornato 13:30
Omicio Poggi

Al via ultima udienza per il delitto di Garlasco

Poi il Gup in Camera di consiglio. Battibecco tra fotografi, Stasi e i genitori di Chiara in aula

PAVIA - Vento gelido e nervi tesi fuori dal tribunale di Vigevano dove è iniziata, poco prima delle 10, l'ultima udienza del processo con rito abbreviato per l'omicidio di Chiara Poggi del 13 agosto 2007 a Garlasco. Dopo le controrepliche della difesa il Gup, Stefano Vitelli, si ritirerà in camera di consiglio per assolvere o condannare Alberto Stasi, l'unico imputato.

L'ingresso dell'ex bocconiano in aula è stato caratterizzato da un'accesa discussione, subito fermata dalla polizia, tra i numerosi fotografi appostati in uno dei cortili del tribunale, l'unico punto di osservazione ammesso per assistere al passaggio delle parti dal garage sotterraneo al luogo dove si tiene l'udienza a porte chiuse.

Stasi, come per tutte le altre ventidue giornate in aula, è arrivato in tribunale a bordo di un'auto guidata da uno dei suoi avvocati. Poco prima erano passati i familiari di Chiara sulla vettura guidata dall'avvocato di parte civile Gianluigi Tizzoni.