21 giugno 2024
Aggiornato 10:00
Omicidio Meredith

Per il Legale di Lumumba Amanda ha distrutto un uomo e un marito

Le parti civili in aula per l'arringa su richiesta danni

PERUGIA - Nel giorno delle arringhe delle parti civili sul processo per la morte di Meredith Kercher il nome di Amanda Knox è ancora risuonato forte in aula. In particolare quando l'avvocato Carlo Pacelli, legale di Patrick Lumumba, il giovane accusato dalla ragazza americana e poi scarcerato, ha preso la parola. «Perfida», «spregiudicata» e «astuta»: sono state queste le definizioni del legale rivolte alla figura di Amanda nel raccontare i fatti calunniosi che hanno riguardato il suo cliente.

«Le poche parole dette dalla perfida e astuta Amanda alla Polizia come ricordo confusamente che l'ha uccisa lui... - ha spiegato il legale - hanno distrutto Patrick Lumumba come uomo, padre e marito».

L'avvocato Pacelli smentisce Amanda, che aveva detto che il nome di Patrick era stato tirato fuori dagli agenti durante il suo interrogatorio in Questura poco dopo il delitto: «E' una enorme bugia quando dice che il nome di Patrick le è stato suggerito dalla polizia. Aver tirato in ballo sul luogo del delitto Patrick con quei particolari lo poteva fare soltanto chi era a conoscenza di quello che era accaduto durante l'omicidio». Nel corso dell'udienza è intervenuta anche l'avvocato di parte civile dei proprietari dell'immobile di via della Pergola, che ha quantificato il danno all'abitazione in 37mila euro.