18 gennaio 2020
Aggiornato 09:00
Mesi dopo l'annuncio

Scienziati francesi mettono in dubbio la presenza di acqua su Marte

Uno studio pubblicato oggi afferma che non ce ne è almeno in delle lingue visibili sui diversi pendii del Pianete rosso. Invece che da corsi d'acqua come quelli della terra, queste lingue sono state probabilmente scavate dallo scioglimento di ghiaccio secco.

PARIGI - Mesi dopo che l'annuncio da parte degli scienziati della forte probabilità dell'esistenza di acqua liquida su Marte, uno studio pubblicato oggi afferma che non ce ne è almeno in delle lingue visibili sui diversi pendii del Pianete rosso. Invece che da corsi d'acqua come quelli della terra, queste lingue sono state probabilmente scavate dallo scioglimento di ghiaccio secco, affermano due scienziati francesi nel giornale Nature Geoscience.

«Il ruolo dell'acqua liquida in queste formazioni dovrebbe essere riconsiderato nel recente passato di Marte», hanno scritto Francois Forget e Cedric Pilorget del Centro nazionale delle ricerche francese (Cnrs). I due affermano che i loro dati non interferiscono con l'annuncio di settembre relativo alla presenza di acqua perché riguardano altre formazioni geologiche in zone diverse del pianeta.