Sochi

Putin sui presunti segreti tra Trump e Lavrov: «Negli Usa si sta diffondendo la schizofrenia politica»

Il presidente russo Vladimir Putin irride le accuse che riguardano il presidente americano Donald Trump e a proposito del prossimo G7 di Taormina ironizza sulle comunicazioni top secret con il premier italiano

SOCHI - Il presidente russo Vladimir Putin irride le voci secondo cui Donald Trump avrebbe divulgato informazioni top secret nel corso dell'incontro con il ministro degli Esteri di Mosca, Sergei Lavrov. «Mi sembra che negli Stati Uniti si stia diffondendo a macchia d'olio la schizofrenia politica. Non riesco a spiegarmi altrimenti le accuse secondo cui il presidente Trump avrebbe passato a Lavrov qualche segreto di massima sicurezza", ha detto Putin che ha poi ha rincarato sull'ironia: «Dovrò fare una bella lavata di capo a Lavrov visto che non ha condiviso questi segreti né con me né con i responsabili dei servizi di sicurezza. Mancanza molto grave da parte sua. Ora che cosa dobbiamo aspettarci da gente che architetta simili sciocchezze? È difficile da immaginare». Successivamente, sempre durante la conferenza seguita all'incontro con il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, rispondendo a una domanda sul prossimo G7 di Taormina Putin non si è lasciato sfuggire l'occasione di un ultima, folgorante, battuta: «Mi spiace ma non posso rispondere. Ne ho parlato con il premier Gentiloni, ma si tratta di una comunicazione assolutamente top secret tra me e lui...».