16 settembre 2019
Aggiornato 02:00
Caos immigrazione

Calais, quasi ultimato lo sgombero della Giungla

E' cominciata l'ultima fase dello sgombero dei minori non accompagnati che si trovano ancora nel campo francese chiamato la Giungla. La maggioranza di loro vuole raggiungere la Gran Bretagna e alcuni rappresentanti di Londra sono già sul posto per esaminarne i documenti

CALAIS - E' cominciata l'ultima fase dello sgombero dei 1.500 minori non accompagnati che si trovano ancora nel campo di Calais. Un primo autobus con 43 minori ha lasciato l'area della "Giungla" alle 8:30 di questa mattina e subito dopo un secondo mezzo lo ha seguito diretto nei centri di accoglienza distribuiti in diverse parti del Paese. Per l'operazione sono stati messi a disposizione 70 pullman.

Già 300 minori trasferiti in Uk
La maggioranza dei 1.500 che si trovano ancora a Calais vuole raggiungere la Gran Bretagna e alcuni rappresentanti di Londra sono già a bordo dei bus per esaminare i documenti dei minori. In virtù delle regole europee sui ricongiungimenti familiari coloro che hanno un parente al di là della Manica hanno diritto ad essere trasferiti nel Regno Unito. Altri auspicano di poter approfittare di un dispositivo britannico che riguarda i minori "vulnerabili». Circa 300 minori sono già stati trasferiti in Gran Bretagna dall'inizio delle operazioni di smantellamento della "Giungla" di Calais la settimana scorsa.