22 settembre 2019
Aggiornato 02:30
La visita dei ministri degli Esteri

Ucraina, prima visita di Germania e Francia dal 2014. Obiettivo: rilanciare gli accordi di Minsk

Steinmeier e Ayrault sperano di rilanciare gli accordi di pace di Minsk e arrivare ad un accordo che demilitarizzi tre zone pilota nell'Est, al fine di organizzare in autunno un vertice tra i leader di Francia, Germania, Russia e Ucraina.

UCRAINA - I ministri degli Esteri di Francia e Germania, Jean-Marc Ayrault e Frank Walter Steinmeier, sono andati a Slaviansk, nell'Est dell'Ucraina, prima visita nella regione dallo scoppio, nella primavera del 2014, del conflitto tra le forze governative e i ribelli filorussi che ha provocato 9.600 morti.

Obiettivo: rilanciare gli accordi di Minsk
Nell'ex roccaforte dei separatisti filorussi, Steinmeier e Ayrault hanno visitato ciò che rimane di un ponte sul fiume Kazenny Torets, che attraversa la città tornata in mano ai soldati di Kiev nel luglio 2014. La visita dei ministri europei ha come obiettivo il rilancio degli accordi di pace di Minsk, la cui realizzazione "avanza a passo di lumaca", ha lamentato il ministro tedesco.

Un accordo di demilitarizzazione
Parigi e Berlino sperano nella firma di un prossimo accordo di demilitarizzazione di tre zone pilota nell'Est, al fine di rilanciare il processo di pace e organizzare in autunno un vertice tra i leader di Francia, Germania, Russia e Ucraina.

(immagini Afp)