24 ottobre 2019
Aggiornato 06:00
Emergenza sbarchi

Migranti, Macron vuole essere «umano» ed «efficace» (solo con chi ha diritto all'asilo)

Il Presidente francese: «Dobbiamo al più presto dare asilo a coloro che hanno bisogno della nostra protezione con la volontà di integrare»

Il Presidente francese, Emmanuel Macron
Il Presidente francese, Emmanuel Macron ANSA

NEW YORK - In un'intervista a Europe 1 registrata a New York a margine dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite, il presidente francese Emmanuel Macron ha annunciato di volere «analizzare» la politica migratoria in Francia per vedere se «esistono eccessi». Il capo dello Stato ha spiegato di volere essere «umano» ed «efficace». «Sarebbe un errore dire che il problema della migrazione è un problema tabù», ha detto Macron. «Non dobbiamo far credere alla gente che oggi saremmo sopraffatti da questo fenomeno o che la Francia è un paese che non è mai stato costituito, almeno in parte, attraverso l'immigrazione. Questo è sbagliato», ha aggiunto il presidente.

«Essere umani ed efficati»

«L'importante è essere umani ed efficaci e uscire da certe posture in cui ci siamo rinchiusi», ha insistito Macron durante la sua intervista. Il capo dello Stato non si è risparmiato neppure in autocritiche. «Oggi non siamo né umani né efficienti», ha commentato, prima di avanzare proposte sul diritto d'asilo. «Dobbiamo al più presto dare asilo a coloro che hanno bisogno della nostra protezione con la volontà di integrare in modo molto più efficace coloro che hanno diritto all'asilo, con corsi di francese e una politica per l'occupazione più forte», ha spiegato Macron ribadendo la necesistà di analizzare «se non esistono eccessi». «E penso che esistano in determinate categorie», ha concluso.