15 agosto 2018
Aggiornato 22:00

Telegraph: Soros sostiene una campagna segreta contro la Brexit

Il piano prevederebbe di ottenere un secondo referendum e la permanenza nell'Ue
Il magnate ungherese George Soros.
Il magnate ungherese George Soros. (EPA / OLIVIER HOSLET)

LONDRA - George Soros, il miliardario noto come l'uomo che «ha distrutto la Banca d'Inghilterra», starebbe sostenendo una campagna per rovesciare la Brexit. Lo riferisce il Telegraph, spiegando che Soros è una delle principali personalità legate al gruppo «Best for Britain», che sta pianificando per questo mese una campagna pubblicitaria a livello nazionale con l'intento di ottenere un secondo referendum sulla Brexit.La campagna, ricorda il quotidiano, sta cercando di reclutare i principali donatori del Partito conservatore nel tentativo di minare il primo ministro britannico  Theresa May e ottenere, alla fine, la permanenza del Regno unito nell'Unione europea.

La campagna
La campagna ambisce infatti a convincere i parlamentari a votare contro l'accordo finale sulla Brexit per innescare un altro referendum o elezioni generali, secondo un documento strategico trapelato da una riunione del gruppo, di cui è venuto a conoscenza il quotidiano. Il documento spiega che la campagna, che inizierà entro la fine di questo mese, dovrà "svegliare il paese e affermare che la Brexit non è un affare fatto. Che non è troppo tardi per fermare Brexit".