Crisi coreana

Kim Jong un, il nuovo presunto lancio di missili e lo spettro della Terza Guerra Mondiale

Segnali radio e attività radar rilevati in una base missilistica nordcoreana non identificata fanno ritenere che Pyongyang si stia preparando a un nuovo lancio missilistico

Il leader nordcoreano Kim Jong un
Il leader nordcoreano Kim Jong un (ANSA)

PYOGYANG - Segnali radio e attività radar rilevati in una base missilistica nordcoreana non identificata fanno ritenere che Pyongyang si stia preparando a un nuovo lancio missilistico. Lo riportano i media nordcoreani e giapponesi. L’agenzia sudcoreana Yonhap, che cita una fonte governativa, ha scritto che un radar intercettore è stato installato e reso operativo lunedì in una base nordcoreana non specificata e che il traffico di comunicazioni nell’area si è intensificato. «Corrisponde al vero che sono state rilevate attività in una base missilistica nordcoreana – ha spiegato la fonte – Segnali come quelli rilevati lunedì sono stati registrati di frequente. Dobbiamo osservare la situazione più a lungo prima di determinare se il Nord si prepara a un test missilistico o alle esercitazioni invernali che iniziano venerdì». Un portavoce del ministero della Difesa di Seoul si è rifiutato di commentare.

"Rilevati segnali"
Informazioni simili sono state pubblicate dalla stampa nipponica e hanno causato perdite temporanee alla Borsa di Tokyo. Secondo l’agenzia Kyodo il governo giapponese è in stato di allerta dopo aver rilevato segnali radio che fanno credere imminente un lancio missilistico. «La Corea del Nord potrebbe lanciare un missile nelle prossime ore», secondo l’agenzia che ha aggiunto che i movimenti rilevati potrebbero corrispondere anche alle esercitazioni invernali dell’esercito nordcoreano.

Terza Guerra Mondiale?
Secondo gli analisti, Kim Jong-un potrebbe decidere di replicare con una prova di forza dopo che, lo scorso 20 novembre, l'amministrazione di Washington ha deciso di mettere il Paese del dittatore nella lista di stati che sponsorizzano il terrorismo internazionale. Le immagini dei satelliti al momento non confermano tali previsioni. La Terza Guerra Mondiale potrebbe avere inizio alle Hawaii? È quanto temono nello stato americano, tanto da dare il via alle esercitazioni in vista di un possibile attacco nucleare da parte della Corea del Nord. Ecco perché a 30 anni di distanza dall'ultima volta, in piena Guerra Fredda, alle 11 e 45 minuti di venerdì prossimo, risuonerà per 60 secondi la sirena antimissile per un'esercitazione che coinvolgerà oltre 400 località sulle isole del Pacifico. Come ha spiegato a Usa Today Vern Miyagi, il funzionario a capo del dipartimento che si occupa delle emergenze, al suono delle sirene i cittadini dovranno rientrare in casa, restarci ed aspettare al riparo maggiori informazioni». Il dirigente ha ammesso che "se quattro o cinque mesi fa qualcuno mi avesse detto che avremmo fatto questo tipo di esercitazioni, gli avrei dato del pazzo». Per comprendere la gravità della minaccia basta dire che lo stato delle Hawaii ha consigliato ai cittadini di munirsi di provviste necessarie alla sopravvivenza per almeno due settimane