Nell'ottica di una sempre maggiore protagonismo internazionale

Russia, sale la spesa militare 2017. Putin: «Siamo più forti di qualsiasi nemico»

Dopo aver annunciato un rafforzamento del potenziale nucleare russo, la Difesa di Mosca ha ventilato un nuovo aumento della spesa militare per il 2017

Il presidente russo Vladimir Putin.
Il presidente russo Vladimir Putin. (Frederic Legrand COMEO / Shutterstock.com)

MOSCA - Quasi a conclusione della seconda annata consecutiva che ha visto Vladimir Putin nuovamente etichettato, quasi all'unanimità, «l'uomo più potente del mondo», il Presidente russo ha annunciato un nuovo accrescimento del budget militare per il 2017. Proprio ieri, Putin aveva affermato la sua intenzione di rinforzare il potenziale nucleare di Mosca, «soprattutto con missili complessi che possano rendere penetrabile qualsiasi scudo di difesa missilistico». Una risposta, pare, all'attivismo muscolare di Washington e della Nato, che, dall'amministrazione Bush nel lontano 2002, perseguì la costituzione di un potente scudo antimissilistico nell'Europa dell'Est.

Leggi anche: «Putin rinforza il potenziale nucleare russo. Il disgelo con gli Usa è ancora lontano?»

900 carri armati, 170 aerei
Ma la questione non riguarderà soltanto il nucleare. L'esercito dovrebbe ricevere più di 900 carri armati e veicoli blindati, insieme a 170 aerei, secondo quanto annunciato dal ministro della Difesa Sergei Shoigu e riporta dall'agenzia di stampa TASS.

Flotta e forze aerospaziali
Otto navi di superficie e nove imbarcazioni di combattimento saranno rese operative per la Marina, mentre le forze aerospaziali russe riceveranno cinque bombardieri strategici modernizzati. Quanto alle forze nucleari, il piano prevede di mettere tre reggimenti missilistici armati di sistemi missilistici in servizio di combattimento nella Forza Strategica Missilistica.

Evoluzione della spesa militare russa.
Evoluzione della spesa militare russa. (FindTheData)

Potenziamento dei gruppi militari nelle aree strategiche
Il ministero della Difesa di Mosca intende anche potenziare i gruppi militari nelle aree strategiche occidentali, sudoccidentali e artiche. Sei reggimenti armati con missili ballistici intercontinentali sono stati messi in servizio di combattimento nel 2015, e altri 4 entreranno in servizio nel 2016.

Più forti di qualsiasi altro aggressore
La flotta russa nel mar Nero dovrebbe ricevere altri tre sottomarini e due fregate. Durante la conferenza annuale con i capi della Difesa, il presidente Putin ha dichiarato che la Russia può sopraffare qualsiasi potenziale nemico. «Possiamo dire con certezza: siamo più forti ora di qualsiasi potenziale aggressore», ha detto alla riunione. «Qualsiasi!».

Aumento della spesa militare
La spesa militare russa è macroscopicamente aumentata negli ultimi anni, passando dal 3.46% del Pil del 2011, al 4.17% del 2014, fino al 5.01% nel 2015. Mosca si trova quindi all'11esimo posto nella classifica mondiale e al primo posto tra 10 Paesi dell'Europa orientale.

Più sicurezza interna
Crescita del budget militare, ma anche stretta sulla sicurezza interna. Il presidente russo ha infatti ordinato ai servizi di rinforzare le misure di sicurezza. «Di fondamentale importanza è la scoperta tempestiva di tutti i tipi di piani del nemico contro la Russia, non importa da dove vengano» ha dichiarato in una serata di gala al Cremlino con funzionari della sicurezza, che celebravano la propria festa prevista dal calendario russo. Una Russia sempre più salda e influente sul piano internazionale, insomma, geopoliticamente e militarmente sempre più protagonista. Mentre a grandi passi si avvicina quel 20 gennaio in farà il suo ingresso ufficiale alla Casa Bianca Donald Trump, insediamento che, a livello di relazioni internazionali in generale e in particolare con la Russia, è destinato ad aprire nuovi scenari.