20 novembre 2019
Aggiornato 20:30
il 51% dei britannici sarebbe favorevole

Gb, crolla la sterlina. Alcuni sondaggi danno la Brexit in testa

La sterlina è in netto calo dopo gli ultimi sondaggi che pronosticano la vittoria della Brexit, ma i dati sull'esito del referendum restano contraddittori. I fondi speculativi puntavano sulla valuta britannica con posizioni "long", ma ora potrebbero riposizionarsi

Crolla la sterlina. Alcuni sondaggi danno la Brexit in testa.
Crolla la sterlina. Alcuni sondaggi danno la Brexit in testa. Shutterstock

ROMA - Sterlina britannica in pesante ribasso in avvio di settimana, dopo che dagli ultimi sondaggi sono giunte indicazioni contrastanti sulle intenzioni di voto in vista del referendum sulla Brexit. Secondo alcune fonti, a prevalere sarebbero i favorevoli alla fuoriuscita dall'Unione europea.

La sterlina è in netto calo
I risultati degli ultimi sondaggi sul voto del referendum pesano sulla valutazione della sterlina. Il british pound cala a 1,2699 euro, dopo un minimo di seduta a 1,2649, il livello più contenuto dall'11 maggio. Nel frattempo la sterlina cala a 1,4393 sul dollaro Usa, con un minimo intraday a 1,4354: il valore più basso dal 16 maggio. Secondo i dati pubblicati sul sito WhatUKThinks, il 51% dei britannici è favorevole ad una uscita (Brexit) del Regno Unito dall'Unione europea.

Sondaggi contraddittori
Ma non è ancora detta l'ultima parola. Se nelle ultime settimane, infatti, svariati sondaggi indicavano come prevalenti i favorevoli, ora un'altra rilevazione della Icm sostiene invece che coloro che vogliono la Brexit si attestano solo al 48%, a fronte di un 43% di favorevoli al permanere nell'Ue. Tuttavia i dati appaiono sempre più contraddittori: un altro sondaggio recente, di Opinium, continua a dare per prevalenti i favorevoli all'Ue, 43% contro un 40% per la Brexit.

I fondi speculativi potrebbero riposizionarsi
Infine, secondo i dati della US Commodity Futures Trading Commission, prima che circolassero questi sondaggi che rianimano le chances di Brexit, la maggior parte dei fondi speculativi aveva preso posizioni di investimenti rialziste sulla sterlina. Ma ora anche questa tendenza potrebbe modificarsi. I bookmakers Gb danno ora il voto di Brexit al 28% a fronte del 19% che veniva stimato a fine maggio.