22 ottobre 2019
Aggiornato 15:00
In questo senso alcune soffiate alla Cia

Mullah Omar, il Pakistan lo ha coperto?

L'intelligence statunitense avrebbe ricevuto alcune soffiate che accuserebbero il Pakistan di aver dato rifugio e protezione per anni, prima della sua morte, al leader dei talebani, il mullah Omar

NEW YORK (askanews) - L'intelligence statunitense sospetta che il Pakistan abbia dato rifugio e protezione per anni, prima della sua morte, al leader dei talebani, il mullah Omar. Il decesso di uno degli uomini più ricercati al mondo è stato confermato ieri dalle autorità dell'Afghanistan, secondo cui Omar sarebbe morto in un ospedale pachistano nel 2013, e dai talebani, che però non hanno specificato né il luogo, né la data della sua morte, ma soltanto che il loro leader «non ha mai lasciato l'Afghanistan».

Soffiate alla Cia
Secondo documenti ottenuti dal Washington Post, però, la Cia avrebbe ricevuto varie 'soffiate' sul rifugio di Omar tra il 2010 e il 2011, sempre localizzato in Pakistan, tra Karachi e Quetta. Un portavoce dell'ambasciata pachistana a Washington, contattato dal Post, ha citato il comunicato dei talebani («mai lasciato l'Afghanistan») per respingere le accuse.

Piani segreti
Un ex funzionario pachistano, invece, ha detto al Post che molti, nel governo pachistano, speravano di tenere segreta la morte del mullah Omar per preservare l'abilità di Islamabad di influenzare i negoziati di pace tra Kabul e i talebani; lo stesso ex funzionario ha detto che l'intelligence pachistana avrebbe confermato al governo che Omar era ancora vivo a marzo. Intelligence che è sempre stata accusata dall'Afghanistan di aver protetto il leader talebano: un'accusa resa pubblica dall'allora presidente Hamid Karzai, in un'intervista nel 2006. Nonostante le 'soffiate' sul suo possibile rifugio, gli Stati Uniti non hanno mai cercato di catturare o uccidere il leader talebano, secondo il racconto di funzionari di Washington al Post, perché meno importante della lotta ad al Qaida, su cui le autorità statunitensi sono sempre state più concentrate.