20 aprile 2021
Aggiornato 18:00
La crisi greca

Sapin: «Atene ha migliorato offerta ma può spingersi oltre»

Così il Ministro francese ha commentato il documento recapitato dal governo greco. Ieri la Grecia ha presentato infatti un documento che prevede di reperire risorse supplementari per circa 6 miliardi di euro, in buona misura dalla lotta a evasione e elusione fiscale

PARIGI (askanews) - Atene ha migliorato la sua posizione, con la nuova lista di misure proposte recapitata ieri, ma ancora non abbastanza per convincere i partner di Eurolandia. E ad affermarlo non è il solito «falco» tedesco o di un paese nordico, ma il ministro delle Finanze della Francia, Michel Sapin, solitamente annoverato nelle fila delle «colombe».
«La lista è migliore di quella dell'altra volta - ha detto durante una conferenza stampa, secondo quanto riporta Dow Jones - la questione è se possono spingersi oltre. E la risposta è sì: possono farlo».

RISORSE SUPPLEMENTARI - Ieri la Grecia ha presentato un documento che prevede di reperire risorse supplementari per circa 6 miliardi di euro, in buona misura dalla lotta a evasione e elusione fiscale. Secondo diverse indiscrezioni di stampa tuttavia un eventuale accordo con l'Eurogruppo che sblocchi il versamento di altri aiuti potrebbe richiedere altri giorni di negoziati, trascinandosi la prossima settimana.

ATENE: PAGHEREMO LA TRANCHE DI DEBITI - Atene rassicura: il 9 aprile la tranche di debiti dal 450 milioni di euro verso il Fondo monetario internazionale verrà regolarmente pagata. Lo ha affermato il viceministro delle Finanze Dimitris Mardas, secondo quanto conferma un portavoce del ministero.
Una dichiarazione che sembra quindi sgomberare il campo dal nuovo spauracchio di una possibile imminente insolvenza verso il Fmi che era circolato negli ultimi giorni.
Il tutto mentre la Grecia sta ancora negoziando a livello tecnico con i partner dell'area euro su nuovi impegni, che garantiscano il risanamento dei conti, in modo da sbloccare il versamento di nuovi aiuti.