4 aprile 2020
Aggiornato 05:30
Svolte nelle relazioni con Israele

I deputati francesi dicono sì allo Stato palestinese

I deputati francesi hanno votato in favore del riconoscimento di uno Stato palestinese. Il sì è arrivato con 339 a favore, 151 contrari e 16 astenuti. La mozione, dal valore simbolico e non vincolante per il governo, segue iniziative analoghe adottate da Regno Unito e Spagna. La Svezia invece ha compiuto un ulteriore passo in avanti con il riconoscimento formale dello Stato di Palestinese.

PARIGI - I deputati francesi hanno votato in favore del riconoscimento di uno Stato palestinese. Il sì è arrivato con 339 a favore, 151 contrari e 16 astenuti. La mozione, dal valore esclusivamente simbolico e non vincolante per il governo, segue iniziative analoghe adottate da Regno Unito e Spagna. La Svezia invece aveva compiuto un ulteriore passo in avanti, il 30 ottobre scorso, con il riconoscimento formale dello Stato di Palestina.

L'AUSPICIO PER LA SOLUZIONE DEL CONFLITTO - Il testo approvato «invita il governo francese a utilizzare il riconoscimento dello stato della Palestina come strumento per ottenere una definitiva soluzione del conflitto». Un'iniziativa quella dei deputati francesi analoga a quelle portate avanti nel Regno Unito e Spagna, mentre la Svezia ha fatto un ulteriore passo e lo scorso 30 ottobre ha formalmente riconosciuto la Palestina come Stato. Non è vincolante per il governo, anche se in più occasioni il titolare del Quai d'Orsay, Laurent Fabius, ha annunciato che «ovviamente, a un certo punto, la Francia riconoscerà lo Stato palestinese».

IL PLAUSO DELLA PALESTINA - L'Autorità palestinesde ha salutato il voto dei deputati francesi a favore del riconoscimento di uno Stato palestinese e a chiesto al governo di fare altrettanto. Hanan Ashrawi, una dirigente dell'Organizzazione di liberazione per la Palestina (Olp), ha espresso in un comunicato la sua "gratitudine al popolo francese" e ha lanciato un appello al "governo francese a trasformare in atto il voto del suo Parlamento".

LA DISAPPROVAZIONE DA GERUSALEMME - Reazione immediata di Israele al voto favorevole dei deputati francesi al riconoscimento di uno Stato palestinese. Il voto francese - ha detto lo Stato ebraico - "allontana" le possibilità di pace. Questo voto "manda un messaggio erroneo ai leader e ai popoli della regione", recita un comunicato dell'ambasciata di Israele a Parigi pubblicato subito dopo l'adozione a larga maggioranza da parte dei deputati francesi di una risoluzione che invita il loro governo a riconoscere lo Stato palestinese.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal