20 luglio 2019
Aggiornato 18:30
Europa | Nomine

Cameron vuole il voto su Juncker

Il premier britannico David Cameron chiederà un voto del Consiglio europeo sulla nomina di Jean-Claude Juncker a presidente della Commissione europea.

LONDRA - Il Primo ministro britannico, David Cameron, chiederà ai colleghi leader dell'Ue di tenere un voto "senza precedenti" sulla designazione del futuro presidente della Commissione europea, nella speranza di evitare la nomina del lussemburghese Jean-Claude Juncker: lo ha reso noto un suo portavoce.
«Il Primo ministro farà presente in maniera chiara che se il Consiglio europeo cerca di procedere alla nomina di Jean-Claude Juncker chiederà che un voto a riguardo», ha spiegato il portavoce dell'inquilino di Downing Street.

Evento senza precedenti
«Se le mie informazioni sono esatte, sarebbe un evento senza precedenti», ha aggiunto il portavoce di Cameron, riferendosi al voto. Il governo britannico ha ribadito la sua opposizione irriducibile alla candidatura dell'ex primo ministro lussemburghese - considerato troppo federalista e insufficientemente riformista da Londra - a poche ore da un incontro di Cameron con il presidente del Consiglio europeo, Herman Van Rompuy, a Downing street.

Juncker avrà i voti di Renzi e Hollande
La nomina di un nuovo presidente della Commissione europea costituisce uno degli argomenti più caldi del summit europeo in programma giovedì e venerdì a Ypres e a Bruxelles.
Juncker ha il sostegno dei Paesi membri del Partito popolare europeo (Ppe) vincitore delle elezioni europee di maggio, a cominciare dalla Germania. La sua candidatura ha anche ricevuto l'appoggio di nove leader europei di partiti che fanno capo al Partito dei socialisti europei (Pse) fra cui il presidente del Consiglio Matteo Renzi e il capo dello Stato francese Francois Hollande. Per ottenere la presidenza della Commissione europea, Jean-Claude Juncker deve essere sostenuto dalla maggioranza dei 28 leader europei e raccogliere almeno 376 voti in Parlamento.