12 luglio 2024
Aggiornato 16:30
Stati Uniti

«Otto milioni di persone si sono iscritte all'Obamacare»

Così il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, ieri ha parlato della sua riforma sanitaria dopo due settimane dalla scadenza del periodo utile per acquistare un'assicurazione sul sito HealthCare.gov.

NEW YORK - «Otto milioni di persone si sono iscritte all'Obamacare, il 35% ha tra i 18 e i 34 anni». Così il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, ieri ha parlato della sua riforma sanitaria dopo due settimane dalla scadenza del periodo utile per acquistare un'assicurazione sul sito HealthCare.gov.
Durante una conferenza stampa dalla Casa Bianca, Obama - nonostante le critiche per i ritardi e i problemi tecnici del sito, che ha costretto Washington a concedere una proroga - ha spiegato che il programma firmato quattro anni fa ha dato la possibilità agli americani di avere assicurazioni a un prezzo più basso. Il presidente ha anche ricordato che Obamacare «non risolverà tutti i problemi ma che funziona» e di comprendere che «c'è ancora molto lavoro da fare». Obama ha poi concluso con un attacco ai repubblicani: «Continuano a sostenere che (l'Obamacare) non funzioni e non porti benefici, sbagliano».

UCRAINA: NON POSSIAMO ESSERE CERTI DI NULLA - Non ci sono certezze. Barack Obama sembra voler mettere le mani avanti parlando dell'accordo raggiunto ieri a Ginevra sulla crisi in Ucraina. «Non possiamo essere certi di nulla. Credo ci sia la possibilità, la prospettiva, che la diplomazia possa distendere la situazione», ha detto Obama rispondendo a una domanda sull'incontro avvenuto poche ore prima tra Stati Uniti, Russia, Unione europea e il governo ad interim di Kiev.
Obama ha anche fatto riferimento alla nota congiunta pubblicata dopo il vertice in cui si chiede il disarmo dei gruppi di manifestanti filorussi e l'abbandono dei palazzi occupati nell'est dell'Ucraina, chiarendo che anche Mosca ha sottoscritto l'accordo. «Non sappiamo se questa presa di posizione (l'impegno preso a Ginevra, ndr) sarà rispettata nei prossimi giorni», ha continuato Obama.