18 maggio 2024
Aggiornato 14:30
Ricerca pubblicata sul Science Translation Medicine

Soffri d'insonnia? Potrebbe essere l'Alzheimer

I problemi d'insonnia potrebbero rappresentare un sintomo dell'Alzeihmer, sempre che uno studio effettuato sui topi sia valido anche per gli esseri umani. Ammassi di proteine, chiamate placche beta amiloidi, che si formano nel cervello sono ritenute uno dei principali componenti della malattia

ROMA - I problemi d'insonnia potrebbero rappresentare un sintomo dell'Alzeihmer, sempre che uno studio effettuato sui topi sia valido anche per gli esseri umani. Ammassi di proteine, chiamate placche beta amiloidi, che si formano nel cervello sono ritenute uno dei principali componenti della malattia.
In base alla ricerca, pubblicata sul Science Translation Medicine, quando le placche hanno cominciato a formarsi nel cervello, il topo ha cominciato ad avere un sonno disturbato. Secondo i ricercatori britannici - scrive la BBC - se il legame verrà provato, esso potrebbe diventare un utile strumento per i dottori. La ricerca dei primi segnali della malattia è ritenuta cruciale per delle cure efficaci. I pazienti, infatti, non mostrano problemi di memoria o lucidità fino a quando la malattia non è in fase avanzata. A questo punto, alcune parti del cervello però sono state distrutte e la terapia si rivela molto difficile, se non impossibile.