19 novembre 2019
Aggiornato 06:30
Le rivelazioni di WikiLeaks

Assange condurrà un talk show sul «mondo di domani»

Il giornalista condurrà un suo talk show televisivo, durante il quale intervisterà «esponenti politici importanti, intellettuali e rivoluzionari» da tutto il mondo

MOSCA - Julian Assange condurrà un suo talk show televisivo, durante il quale intervisterà «esponenti politici importanti, intellettuali e rivoluzionari» da tutto il mondo.

Il giornalista australiano ha annunciato lunedì sul sito di WikiLeaks, che le 10 puntate previste saranno basate sul «mondo di domani» e avranno al centro interviste con «iconoclasti, visionari e potenti insiders». «Con questa serie, esplorerò le possibilità per il nostro futuro, parlando con le persone che lo stanno plasmando», ha spiegato Assange, il quale tenterà di scoprire se il mondo si sta dirigendo verso «l'utopia, la distopia o come possiamo cambiare i nostri percorsi».
Il sito specializzato in intelligence, che con i suoi cablogrammi ha fatto tremare la diplomazia internazionale nell'autunno 2010, ha sottolineato che il programma andrà in onda a metà marzo, senza rivelare su quale emittente.

Assange intanto si trova agli arresti domiciliari in una tenuta fuori Londra, mentre attende la sentenza della Corte Suprema (prevista a inizio febbraio) sul ricorso contro la sua estradizione in Svezia per presunti reati di abusi sessuali.
Il giornalista, 40 anni, ha sempre respinto ogni accusa, affermando di essere vittima di un complotto politico ordito dagli Stati Uniti come rappresaglia per la pubblicazione di decine di documenti riservati provenienti da numerose Ambasciate americane nel mondo.