15 novembre 2019
Aggiornato 19:00
USA 2012 | Primarie repubblicane

Newt Gingrich è in vantaggio in Florida

La vittoria di Newt Gingrich nelle primarie del South Carolina ha dato uno scossone ad una partita il cui risultato sembrava ormai scritto, mentre gli altri candidati sferrano i loro attacchi

NEW YORK - La vittoria di Newt Gingrich nelle primarie del South Carolina ha dato uno scossone ad una partita il cui risultato sembrava ormai scritto. Ora è l'ex presidente dei repubblicani al congresso il candidato da battere, secondo i primi sondaggi diffusi ad otto giorni dalle primarie della Florida, fissate per il 31 gennaio. Nell'ultimo sondaggio di Cnn/Time prima del voto in South Carolina, Mitt Romney aveva 24 punti di vantaggio in Florida su Gingrich. Ora la situazione si è ribaltata. Insider Advantage vede Gingrich in testa di 8 punti, con il 34 per cento dei consensi e Romney crollato al 26 per cento. Secondo un sondaggio di Rasmussens Reports, Gingrich arriverebbe invece al 41 per cento dei sostegni, contro il 32 per cento di Romney.

Il dibattito che si terrà questa sera a Tampa potrebbe essere un'ulteriore affermazione per Gingrich che ha brillato negli ultimi confronti diretti con gli avversari. I colleghi però sono già sul piede di guerra. Domenica, di fronte ad una folla di sostenitori a Ormond Beach, Romney ha attaccato direttamento la «fallimentare leadership di Gingrich» quando era leader dei repubblicani al congresso. «Dopo quattro anni si è dimostrato che era un leader fallito e ha dovuto dare le dimissioni in disgrazia». Commentando quella che al momento viene considerata il maggiore vantaggio di Gingrich, l'abilità nei dibattiti, Romney ha detto: «Non stiamo scegliendo un conduttore televisivo, vero? Stiamo scegliendo un leader, una persona che possa essere il leader del mondo libero».

Dubbi sulla capacità di leadership di Gingrich sono stati sollevati anche dall'ultra conservatore Rick Santourum, vincitore delle primarie in Iowa, ma ora indietro nei sondaggi. «Il punto è la disciplina, il punto è la capacità di leadership», ha detto Santourm ad ABC News. Santorum ha definito Gingrich un «candidato ad altro rischio» ed «un incostante conservatore che su un sacco di temi ha sempre avuto torto».