31 maggio 2020
Aggiornato 06:30
Ambiente | Disastro Fukushima

Giappone, la Tepco chiede altri 7 miliardi per gli indennizzi alle vittime

La nuova richiesta, presentata al Fondo per la corresponsione degli indennizzi per i disastri nucleari, è stata giustificata dalla Tepco con l'aumento, nelle ultime settimane, delle persone da risarcire

TOKYO - Tepco, l'operatore della centrale nucleare danneggiata dallo tsunami Fukushima Daiichi, ha presentato una richiesta alle autorità giapponesi per un aiuto supplementare di circa 700 miliardi di yen, circa 7 miliardi di euro, per pagare una parte degli indennizzi alle vittime del disastro atomico.
Nell'ottobre scorso, la compagnia Tokyo Electric Power (Tepco) aveva già chiesto un anticipo di 1.011 miliardi di yen (10 miliardi di euro) che vuole ora portare a 1.703 miliardi di yen (16,7 miliardi di euro).

La nuova richiesta, presentata al Fondo per la corresponsione degli indennizzi per i disastri nucleari, è stata giustificata dalla Tepco con l'aumento, nelle ultime settimane, delle persone da risarcire.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal