25 luglio 2021
Aggiornato 19:00
Candidature 2011

Nobel, in pole la «Primavera araba» e WikiLeaks

Tra i candidati anche gli ideatori del World Wide Web. Il premio verrà consegnato il 10 dicembre, anniversario della morte di Alfred Nobe

OSLO - I protagonisti della «primavera araba», il sito di WikiLeaks, gli ideatori del World Wide Web e l'Unione Europea: sono alcune delle 241 candidature in lizza per il premio Nobel per la Pace.
La data limite per al presentazione delle candidature - il cui numero ha battuto quest'anno ogni record - era il primo febbraio: l'organizzazione del Nobel mantiene tradizionalmente l'anonimato dei candidati, ma non altrettanto sono obbligati a fare i loro «padrini».

NUMEROSE CANDIDATURE - Se da Oslo ci si limita dunque a notare come siano state ricevute numerose candidature che riguardano le manifestazioni in corso in tutto il mondo arabo, in special modo Tunisia, Egitto e Libia, altre fonti elencano specificatamente il sito creato da Julian Assange, l'ong oper i diritti umani russa Memorial e i tre ideatori della Rete: gli statunitensi Larry Roberts e Vint Cerf e il britannico Tim Berners-Lee.
Altre candidature note sono quelle dell'ex Cancelliere tedesco Helmut Kohl, del presidente liberiano Ellen Johnson Sirleaf e del dissidente cubano Oswaldo Paya Sardinas: il vincitore dell'edizione 2011 verrà annunciato nel prossimo ottobre e il Premio - andato quest'anno al dissidente cinese Liu Xiaobo - verrà consegnato il 10 dicembre, anniversario della morte di Alfred Nobel.